Sei in Archivio bozze

Giulia: in cammino per non dimenticare il tuo sorriso. E per la sicurezza di via Langhirano

13 gennaio 2018, 11:45

Chiudi
PrevNext
1 di 4

Una camminata per ricordare Giulia un mese dopo la sua scomparsa, ma anche per sensibilizzare gli enti pubblici sui rischi di via Langhirano.

Questa mattina alle 9,30 dall'Avis di Corcagnano, la camminata di dieci chilometri era aperta a tutti per ricordare Giulia De Martis, la studentessa quindicenne del liceo Marconi che era stata travolta da un'automobile l'11 dicembre a Corcagnano mentre stava attraversando la strada, non lontano da casa sua. Giulia, le cui condizione erano subito apparse gravissime, era deceduta due giorni dopo, il 13 dicembre, all'ospedale Maggiore.

I genitori, che hanno autorizzato l'espianto degli organi, gli amici e le tante persone che l'hanno conosciuta e apprezzata, l'hanno ricordata con questa camminata, ma allo stesso hanno sensibilizzato l'opinione pubblica e le autorità sulla pericolosità di quel tratto di Massese.

La camminata ha seguito il percorso che Giulia e la sua mamma solitamente facevano insieme: dal centro di Corcagnano, lungo via Langhirano fino all'incrocio in cui c'è l'attraversamento dove la studentessa è stata investita. In quel punto la camminata si è fermata e i partecipanti hanno osservato un minuto di silenzio. Un modo per ricordare Giulia e per far sì che nessuno dimentichi che quel tratto di Massese è estremante pericoloso. E' anche in corso una raccolta di firme in tutti i luoghi pubblici e tra la gente delle frazioni di Corcagnano, Vigatto e Carignano in calce a una lettera indirizzata all'assessore comunale alla Sicurezza urbana Cristiano Casa per sensibilizzare ulteriormente le istituzioni su questo tratto stradale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA