Sei in Archivio bozze

CULTURA

Tesori d'arte chiusi la domenica. Si fa avanti il Touring

14 gennaio 2018, 06:02

Tesori d'arte chiusi la domenica. Si fa avanti il Touring

Katia Golini

Domenica sempre «out» per Camera di San Paolo e castello di Torrechiara. Le visite sono garantite nei giorni feriali (il maniero rossiano la mattina, l'opera di Correggio e Araldi il pomeriggio), ma nei festivi non c'è verso: manca il personale e, almeno fino a tutto marzo, non si può fare diversamente, fanno sapere dal Polo museale regionale. Caso a parte l'Antica spezieria di San Giovanni Evangelista, serrata completamente dallo scorso luglio.

Chiusure e limiti bruciano, soprattutto nella città che aspira a diventare Capitale italiana della cultura. Il Touring club italiano, che con il Polo museale dell'Emilia Romagna collabora da tempo grazie al progetto «Aperti per voi», interviene nel dibattito ribadendo la disponibilità a dare una mano. Lo fa direttamente il presidente Franco Iseppi: «Il nostro obiettivo è rendere la bellezza, culturale, artistica e naturale, che è propria del nostro Belpaese, quanto più possibile accessibile a tutti - afferma Iseppi -. Per questo con piacere ci mettiamo a disposizione per tenere aperta, con i nostri volontari, l'Antica spezieria di San Giovanni, attualmente chiusa al pubblico per mancanza di personale, insieme alla Camera di San Paolo».

Il Touring club dunque ribadisce la disponibilità a collaborare con il Polo museale. E il direttore Mario Scalini conferma che è in corso una discussione.

Cosa ostacola la buona riuscita della «trattativa»?

«E' già attiva una convenzione con il Polo museale dell'Emilia Romagna che prevede la presenza dei nostri volontari sia alla Camera di San Paolo sia all'Antica spezieria di San Giovanni. Tuttavia, è necessario individuare del personale di custodia che si occupi delle operazioni di apertura e di chiusura dei luoghi di cultura e della bigliettazione. I volontari, infatti, si impegnano nell'attività di accoglienza del pubblico e di orientamento storico-culturale all'interno dei siti ma non possono essere delegati allo svolgimento di altre operazioni legate alla accessibilità e alla sorveglianza degli spazi».

Di quanti volontari potreste disporre per contribuire alla riapertura dell'Antica spezieria?

«I volontari di Parma già formati ed operativi sono attualmente 20, ma siamo sempre alla ricerca di nuovi candidati per poter implementare il servizio in termini di orari e di presidio dei luoghi. Collaborare con il Touring club italiano è semplice e molto gratificante: al termine di un incontro di formazione, i volontari si impegnano ad accogliere i visitatori, presidiare i luoghi e contribuire all'organizzazione di eventi ed iniziative culturali. L'impegno dei nostri volontari è un indicatore del forte radicamento al territorio, del senso di appartenenza e di responsabilità nei confronti non solo della propria città, ma anche, in generale, del proprio Paese».

Siete già attivi nella Camera di San Paolo?

«Sì, la nostra collaborazione nella valorizzazione della Camera di San Paolo dura dal 2010. Sono stati oltre 50.000 i visitatori accolti, nei giorni e negli orari a noi assegnati, che hanno avuto la possibilità di ammirare lo straordinario ciclo di affreschi del Correggio, uno dei più grandi capolavori dell'arte rinascimentale».

Come si potrebbe ovviare alla chiusura domenicale, dal vostro punto di vista?

«I nostri volontari sono disponibili a svolgere turni di presenza anche nei giorni festivi ma è necessario che la presenza sia in affiancamento ai custodi museali. Il sabato e la domenica sono abitualmente le giornate di maggior afflusso turistico e sarebbe auspicabile trovare una soluzione per garantire la fruizione del pubblico soprattutto nel fine settimana. Per maggiori informazioni e per candidarsi come volontari è possibile visitare il sito www.apertipervoi.it».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal