Sei in Archivio bozze

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

Il commercialista: la parola all'esperto

di Daniele Rubini* -

16 gennaio 2018, 16:43

Imu, quante complicazioni con i figli

  il quesito  

I miei due figli che vivono con me hanno ereditato da una zia in altro comune un appartamento in quota del 50 per cento ciascuno. Mi chiedo: è corretto che pur essendo per loro prima casa paghino l'Imu come seconda? Inoltre se uno dei due prendesse la residenza, l'altro dovrebbe continuare a pagare l'Imu come seconda casa?
L.G.


Daniele Rubini*

Il presupposto impositivo dell’Imu è costituito dal possesso di un immobile ubicato nel territorio nazionale a titolo di proprietà o altro diritto reale (ad esempio, uso, usufrutto e abitazione). In presenza di diritti personali di godimento, il soggetto passivo Imu è individuato nel proprietario / titolare del diritto reale sull’immobile.
L’esenzione dall’Imu viene prevista solo per i fabbricati non di lusso adibiti ad abitazione principale o ad essi assimilati.
Ai fini Imu per abitazione principale si intende l’immobile nel quale risultano sia la residenza anagrafica che la dimora abituale del possessore e dei suoi familiari.
Purtroppo se gli eredi non trasferiscono entrambi la residenza anagrafica e la dimora abituale nel fabbricato oggetto del quesito sono tenuti a versare l’Imu come seconda casa.
In riferimento alla seconda parte del quesito, il figlio che prende la residenza nel fabbricato e che quindi lo utilizza non pagherà né Imu né Tasi.
L’altro figlio, comproprietario del fratello che ha trasferito la residenza nell’immobile, pagherà, in ragione della propria quota di possesso, sia l’Imu che la Tasi, se deliberata dal Comune anche per gli altri fabbricati.
Nel caso proposto dal lettore non sarà neppure possibile accedere al beneficio previsto per le abitazioni date in comodato a parenti, poiché questo richiede un comodato a parenti in linea retta di primo grado (padre/figlio).

*Studio Ghezzi Commercialisti associati

Inviate i vostri quesiti su risparmio, previdenza, lavoro, casa, fisco a esperto@gazzettadiparma.net