Sei in Archivio bozze

Lutto

Langhirano piange il veterinario Alfio Monti

18 gennaio 2018, 06:01

Langhirano piange il veterinario Alfio Monti

Enrico Gotti

LANGHIRANO - Langhirano piange Alfio Monti: è stato responsabile del servizio veterinario dell'Usl del paese, ha aperto le porte all'export del prosciutto di Parma negli Stati Uniti. Aveva 80 anni, originario di Baiso, nel reggiano, viveva a Langhirano: lascia la moglie Domenica, i figli Antonio e Andrea, le nuore Alessia e Barbara e gli adorati nipoti Francesco, Pietro, Alberto e Giovanni.

Dopo la preparazione di medico veterinario a Roma, era andato a lavorare alla frontiera italiana, a Pontebba, vicino a Tarvisio, in provincia di Udine, per controllare merci e prodotti alimentari. Poi era arrivato a Parma, per diventare veterinario provinciale aggiunto del professore Zanacchi. Il 1° gennaio 1982 ha preso in mano il servizio veterinario di Langhirano, arrivando a risultati importanti per la diffusione dei prodotti della food valley nel mondo.

«Eravamo un nucleo di 5-6 persone, in due tre stanze - ricorda Cesare Allodi, collega, amico, “delfino” di Monti -, lui ci indirizzava, così siamo cresciuti sempre di più. Fino ad arrivare a essere definiti il miglior servizio veterinario d'Europa, dall'allora responsabile del servizio veterinario americano, la Federation Safety Inspection Service, nel 2004. È l'istituzione che ha dato il parere favorevole per esportare il prosciutto di Parma negli Usa. Monti non c'era già più, perché andò in pensione nel 2000, ma i colloqui con gli Stati Uniti li ha iniziati lui nel 1987. Lui ha preso il servizio per mano e lo ha guidato fino a quei risultati, l'imprinting era il suo, lui ci animava a fare il nostro meglio. Dopo l'America, c'è stata la Russia, l'Australia e così via. Ci ha dato il “la”, in questa opera meritoria non solo per il prosciutto, ma anche per altri prodotti di Parma».

«Era il più competente - ricorda il veterinario Luigi Noghera, che ha lavorato con lui -, con lui è nato l'export in Usa, ha seguito le prime ispezioni americane, aveva un grande carisma e una grande competenza, ci teneva molto che ci fosse unione e coesione fra le persone. Era una persona stimatissima e competente».

Pioniere, nel servizio veterinario dell'Usl di Langhirano, Monti era conosciutissimo anche a Parma, dove era stato veterinario provinciale. «Con lui era impossibile litigare. Molto preparato, sapeva come appianare i dissidi, sapeva sempre tenere unire tutti» commenta un altro veterinario, Giorgio Mezzatesta. «Una gran persona - dice Renato Rossi, anche lui, come Allodi, presente nella squadra del servizio veterinario di Langhirano - preparato, educato, gentile e disponibile. Bastava il suo sguardo e capivi subito se avevi fatto giusto o no. Aveva una marcia in più. Era un grande padre, una bella persona. Non faceva mai pesare la sua preparazione, le sue capacità. Chiunque andava da lui per un consiglio riceveva risposta; non diceva mai “torna fra una settimana”, ma “siediti qui che vediamo come affrontare questa cosa”. Da giovane era stato in frontiera a contatto con tante realtà, aveva avuto ruoli da dirigente e poi aveva portato questa sua esperienza nel momento in cui si costruivano le esportazioni in America e in Giappone». I funerali si terranno oggi, alle 14.30, partendo dalla sala del commiato in via Pezzani per la chiesa di Langhirano. Il rosario è stato recitato ieri sera nella chiesa di Langhirano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal