Sei in Archivio bozze

SCUOLA

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

19 gennaio 2018, 06:01

Albertelli, saranno trasferite le elementari ma non le prime

Pierluigi Dallapina

Un sospiro di sollievo generale, accompagnato da qualche applauso, è arrivato quando Elisabetta Botti, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo «Albertelli-Newton», ha dato la notizia tanto attesa dai tantissimi genitori dei bambini delle quinte elementari, riuniti ieri sera nella sala mensa della scuola per ascoltare il piano dell'offerta formativa delle medie (o scuola secondaria di primo grado) e soprattutto per conoscere maggiori dettagli sui lavori di adeguamento antisismico che interesseranno l'edificio per un paio d'anni, a partire dalla prossima estate.

«I lavori non riguarderanno la scuola secondaria di primo grado», ha chiarito la dirigente, dopo aver fatto alcune precisazioni.

«Gli interventi sulla staticità sismica della scuola erano già stati eseguiti nel 2015 - afferma - mentre l'intervento che verrà portato a termine riguarda la dinamicità. Noi siamo ben contenti che le scuole vengano messe in sicurezza».

In attesa di un incontro fra i genitori e Michele Alinovi, assessore all'Urbanistica e ai Lavori pubblici, durante il quale verranno spiegati i dettagli tecnici del cantiere, già ieri sera sono state fornite alcune informazioni utili a inquadrare l'impatto dei lavori sulla normale attività dell'«Albertelli-Newton».

Il cantiere, come detto, per ora si concentrerà solo sulla scuola elementare, rendendo necessario il trasferimento in altri plessi scolastici di ben 13 classi.

«In totale, dovremo spostare 375 bambini, quindi sarà utopistico pensare di riuscire a ricollocarli tutti all'interno di un'unica scuola», specifica Ines Seletti, assessore ai Servizi educativi.

«Quel che è certo - assicura - è che cercheremo di distribuirli sul minor numero di plessi». Non è escluso che alcune classi possano essere trasferite negli spazi liberi presenti all'interno delle ex «Luigine».

Con ogni probabilità, le scuole in cui verranno trasferite le classi della primaria «Albertelli» che conta in totale 540 alunni, saranno comunicate entro il 6 febbraio. «Certamente - dichiara la dirigente Elisabetta Botti - non verranno sottoposte a trasferimento le prime classi, in quanto è nostra intenzione salvaguardarle. Così come presteremo la massima attenzione agli alunni con disabilità».

Da quello che è stato illustrato durante la riunione, sembra che la mensa della scuola non verrà interessata dai lavori. Per tranquillizzare quei genitori spaventati dal trasferimento dei propri figli, la dirigente dell'istituto comprensivo ha anticipato alcune informazioni utili sui trasporti degli studenti nei plessi che li accoglieranno temporaneamente. «Per i trasporti - garantisce - tutto partirà da qua, cioè dalla Newton, anche per quanto riguarda il pre scuola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal