Sei in Archivio bozze

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

19 gennaio 2018, 06:00

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

Bianca Maria Sarti

Dopo un periodo relativamente tranquillo, torna a Traversetolo l’incubo dei furti in casa e i cittadini reagiscono con rabbia, indignazione e, qualcuno, con una punta di ironia. Nel pomeriggio di mercoledì, tra le 17 e le 18 circa, i ladri hanno colpito due case adiacenti in località Castellaro, che si trova lungo la strada pedemontana, tra il capoluogo e la frazione di Bannone. In un crocchio di case che non affacciano direttamente sulla strada, quindi piuttosto nascoste, una banda ha colpito due case indipendenti in meno di un’ora. «Mi hanno chiamato i miei vicini alle 18,20 - racconta una delle vittima dei ladri - volevano dirmi che nella loro abitazione erano venuti i ladri e forse anche a casa mia, visto che la porta era aperta. Mi sembrava davvero incredibile dal momento che ero uscito alle 17 meno dieci e fino a quell’ora era tutto tranquillo. Quando sono tornato ho visto che in effetti la porta era stata forzata e in casa era tutto all’aria, un caos completo. Non c’era nulla da rubare, quindi se ne sono andati a mani vuote, lasciandomi chiaramente i danni alla porta». E proprio su quella porta violata, ormai inutile, il traversetolese ha deciso di affiggere un cartello di un’ironia amara. «Ho scritto rivolgendomi ai prossimi che vorranno provarci - spiega l'uomo - nel messaggio ho detto che i loro colleghi ladri erano già passati di qui e che se volevano aiuto per cercarli insieme potevano chiamarmi. Ho lasciato il mio cellulare. Ormai come dobbiamo fare se non la buttiamo sul ridere?». Nessuno degli altri vicini sembra aver visto né sentito nulla, anche se alcuni riferiscono di un’auto bianca non della zona, forse una golf, che si allontanava di fretta dal quartiere.

Nella casa accanto la dinamica è stata molto simile: i ladri sono entrati da una finestra forzandola presumibilmente con un piede di porco. L’intera casa è stata messa a soqquadro ma il bottino, dalle prime ricostruzioni, sembra scarno anche in questo caso: forse qualche gioiello in oro. Dei due furti si stanno occupando i carabinieri che sono accorsi sul posto quando i traversetolesi hanno dato l’allarme. Nel frattempo si è attivato anche il gruppo di volontari «Sos Traversetolo» che già nei giorni scorsi, dopo i due furti in auto al cimitero e di fronte all’asilo, aveva riattivato la rete di contatti per diramare avvisi alla cittadinanza e offrire supporto alle forze dell’ordine.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal