Sei in Archivio bozze

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

22 gennaio 2018, 06:02

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

Gian Luca Zurlini

Due nuove «zone 30» nel quartiere Cittadella e nel Montanara, a cui si uniranno interventi a favore dei pedoni in viale Fratti, di rallentamento del traffico in strada Vigheffio a Vigheffio e di nuovo assetto della viabilità in strada Sant'Eurosia. Sono questi i primi 5 interventi, già previsti all'interno del Pums (il piano urbano per la mobilità sostenibile approvato a inizio 2017) e anche nel piano triennale per le opere pubbliche cui la Giunta ha dato il via libera per il progetto di fattibilità in questo 2018.

Spesa prevista di 400mila euro

La spesa prevista per i lavori, che saranno realizzati nel corso dei prossimi mesi e comunque dovrebbero essere completati nel corso del 2018, ritardi burocratici permettendo, è di 400mila euro, che sono già disponibili, in quanto inseriti nel piano delle opere pubbliche. L'approvazione del bilancio preventivo del Comune, prevista entro la fine di febbraio, consentirà poi di passare in tempi brevi alla fase operativa. Nel dettaglio, la spesa maggiore è quella prevista per la «zona 30» del Cittadella, per cui sono preventivati circa 160mila euro. Altri 110mila saranno invece spesi per la «zona 30» del Montanara, mentre 75mila andranno nel progetto «Pedone sicuro» che coinvolgerà viale Fratti. Infine, cifre minori saranno investite per la riqualificazione di strada Sant'Eurosia (circa 35mila euro) e per la messa in sicurezza del traffico in strada Vigheffio (circa 20mila euro).

La «zona 30» del Cittadella

Di particolare rilevanza è il progetto che prevede l'istituzione di una «zona 30» nel quartiere Cittadella. L'area interessata è infatti quella compresa tra viale Solferino, viale Rustici, viale Berenini e viale San Martino. In pratica, una vasta area, quasi interamente residenziale, che al suo interno comprende anche la scuola media «Don Cavalli», il cinema Astra e la parrocchia del Sacro Cuore. Il progetto prevede, oltre all'installazione di segnaletica sia verticale che orizzontale sul modello di quella già presente nelle «zone 30» del Lubiana e del Molinetto, la realizzazione di alcuni attraversamenti pedonali rialzati e, in alcuni incroci particolarmente «sensibili», la realizzazione di una sorta di quadrilatero rialzato proprio nell'area dell'incrocio stesso. E' prevista inoltre anche una risistemazione delle aree di sosta e dei marciapiedi, che saranno tutti messi in sicurezza e resi percorribili per i disabili. L'intervento porterà poi anche l'istituzione del senso unico in buona parte delle strade comprese nell'intervento con l'obiettivo di ridurre al massimo il traffico «passivo» di attraversamento di questa zona del quartiere.

La «zona 30» del Montanara

Molto importante ed estesa è anche l'area in cui il Comune prevede l'istituzione della «zona 30» all'interno del quartiere Montanarta. L'area è infatti quella compresa tra via Langhirano, via Montanara, via Enza e via Po e che rermina con il torrente Baganza. In pratica si tratta di tutta la parte «storica» del quartiere con un elevata densità di condomini, abitazioni e attività commerciali e artigianali. Inoltre al suo interno ci sono anche scuole come la «Salvo D'Acquisto», il polo socio sanitario di via Carmignani e la chiesa di via Navetta. Anche in questo caso saranno istituiti attraversamenti pedonali rialzati, in particolare in prossimità delle aree «a rischio», verrà ridisegnata la viabilità, anche se in quest'area sono già da diverso tempo attivati numerosi sensi unici e sarà agevolata la mobilità sia ciclabile che, soprattutto, pedonale, con la sistemazione di marciapiedi e la creazione di apposita segnaletica dedicata. Si tratta di un intervento importante, che ridisegnerà anche i parcheggi e che punterà a evitare anche in questo caso il più possibile la presenza di traffico di attraversamento non collegato alle esigenze dei residenti in quella zona del quartiere.

Viale Fratti, pedoni più sicuri

Il progetto che riguarda viale Fratti prevede interventi su cinque attravesamenti pedonali. In tutti è previsto un pote8nziamento della segnaletica orizzontale e verticale, con l'allargamento delle «zebre» da 3 a 4 metri. In 3 di questi 5 attraversamenti, in più, saranno reealizzate delle «penisole» ai lati del viale che di fatto ridurranno la lunghezza dell'attraversamento e che saranno segnalate di notte da luci a led. In questo modo si dovrebbe ottenere un'automatica riduzione della velocità del traffico e una maggiore garanzia di visibilità per i pedoni nell'attraversamento della strada. Sono inoltre in progetto anche interventi di sistemazione del marciapiede sul lato destro della carreggiata per evitare che le auto possano «invaderlo» e garantire il passaggio in sicurezza dei pedoni.

A Vigheffio mini «zona 30»

A Vigheffio, di fatto, è prevista l'introduzione di una mini «zona 30» proprio in strada Vigheffio, in corrispondenza della parte più abitata della frazione. Saranno realizzati marciapiedi dove non sono presenti ai lati di strada Vigheffio e inoltre ci sarà un nuovo attraversamento pedonale rialzato all'altezza di via Minuziano, allo scopo di «calmare» il traffico presente.

Strada Sant'Eurosia «nuova»

In strada Sant'Eurosia sarà confermato il senso unico «sperimentale» da via Gonella a via Giovanni XXIII. Il progette prevede di rialzare alcuni attraversamenti pedonali e di riqualificare i marciapiedi n modo da garantire transito in sicurezza a pedoni e biciclette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal