Sei in Archivio bozze

A Corcagnano

Razzia notturna in un bar: è la decima volta

25 gennaio 2018, 06:01

Razzia notturna in un bar: è la decima volta

Luca Pelagatti

Due minuti: questo il tempo che è servito ai ladri per forzare una porta, portare fuori due pesanti cambiamonete e sparire. Riuscendo pure, giusto per non trascurare nulla, ad arraffare un bel carico di pacchetti di sigarette.

I furti nei bar ormai non fanno quasi più notizia, tanto sono frequenti. Ma per l'esercente che si vede preso di mira per la decima volta la rabbia è tanta. E non ci sono neppure le parole per raccontarla. «Questa volta sono arrivati intorno alle 4 e venti del mattino - spiega la titolare del bar Meeting, proprio di fianco al semaforo di Corcagnano, su via Langhirano. - Hanno forzato la porta laterale con un piede di porco. E poi, in pochi istanti, hanno preso quello che hanno voluto e sono scappati».

Questa volta la porta laterale, abbiamo detto. Ma qui, seguendo il racconto della vittima, non c'è ingresso o vetrina che non abbia subito un assalto. «Una volta hanno persino usato un furgoncino per sfondare la vetrata», spiega mostrando che da allora sono state installate delle pesanti sbarre all'esterno. Ma anche queste non bastano a proteggere dai ladri.

«Come sono entrati è suonato l'allarme e noi siamo corsi al bar Ma erano già spariti». Svaniti nel buio anche se i carabinieri hanno provato ad inseguirli. «In compenso sono state ritrovate le macchinette aperte e svuotate in un campo non molto lontano», prosegue la barista notando come, con ogni probabilità, vista la rapidità della razzia, chi ha agito si era preparato con un attento sopralluogo. «Ma ci è successo anche di peggio: lo scorso ottobre qualcuno ha pedinato mia madre che era andata a fare scorta di sigarette. Poi ha aspettato che lei scendesse dall'auto nel cortile posteriore per iniziare a scaricarle e le ha rubate»,

E non è l'esperienza peggiore: «C'è stato un periodo in cui veramente ci avevano preso di mira. Basti pensare che in meno di due anni abbiamo ricevuto cinque visite». Adesso, dopo una manciata di ore tutto è stato rimesso a posto, la porta riparata, le tracce del passaggi dei ladri fatte sparire. Ma nella testa della vittima la consapevolezza di essere nel mirino non si può cancellare. «Diventa difficile difendersi». Sottintendendo che ogni sera, attivando l'allarme torna la paura di venire svegliati di colpo e di dover correre al locale. Sapendo di trovare una porta aperta. Mentre i ladri sono già lontani.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal