Sei in Archivio bozze

Criminalità

Casa svaligiata in pieno giorno, aperta una cassaforte

30 gennaio 2018, 06:00

Casa svaligiata in pieno giorno, aperta una cassaforte

LESIGNANO

Matteo Ferzini

Meno di un'ora, 48 minuti per la precisione, per entrare in casa, buttare all'aria mobili e cassetti e ripulire casa e cassaforte da soldi e gioielli. Un altro furto in abitazione è stato compiuto, in pieno giorno, ai danni di una famiglia di Santa Maria del Piano, nel comune di Lesignano. E mentre ormai diventano sempre meno le case in zona non ancora «visitate» dai ladri, cresce l'esasperazione dei cittadini, che chiedono maggiore sicurezza e garanzie, come quelle che potrebbero essere fornite da un sistema di videosorveglianza.

Ad essere presa di mira, questa volta, è stata una casa di tre piani a Santa Maria del Piano, dove vivono due famiglie. Alle quattro e mezza di sabato pomeriggio tutti gli abitanti della casa erano fuori: è stato allora che i ladri, probabilmente appostati nelle vicinanze per accertarsi di avere campo libero, sono entrati in azione forzando l'ingresso e scandagliando tutte le stanze, cassetti e armadi compresi, alla ricerca di denaro e gioielli. Hanno anche tagliato una cassaforte a muro presente nell'abitazione.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo è stata una parente dei proprietari, che quel pomeriggio era passata dal paese per andare a trovare i familiari. Vedendo la porta aperta e le luci accese ai piani superiori, la donna ha chiamato i proprietari per accertarsi se fossero in casa: è così che è stato scoperto il furto, ormai già avvenuto, dal momento che all'ora della telefonata, le 17.18, i ladri erano già usciti portando via denaro e preziosi. Rientrati di corsa, i proprietari si sono quindi trovati davanti stanze messe a soqquadro e hanno dovuto constatare la sparizione di soldi e gioielli per un valore di alcune migliaia di euro spariti. Non sono invece stati toccati dai ladri elettrodomestici o beni più pesanti.

Dopo la denuncia fatta ai carabinieri di Langhirano e l'inevitabile conta dei danni e della cifra rubata, alla famiglia proprietaria della casa rimane l'amarezza per l'intrusione subita, nell'arco di una manciata di minuti e in pieno giorno. È la prima volta da sempre, spiegano i proprietari, che viene colpita quest'abitazione, ormai una delle poche che ancora potevano dirsi non ancora visitate dai ladri. «Ormai è una strage – racconta il proprietario –, a noi non era ancora mai capitato, ma ormai i ladri stanno visitando una casa dopo l'altra a Lesignano e Santa Maria del Piano».

La richiesta di maggiore sicurezza da parte dei cittadini ritorna quindi ad essere al centro dell'attenzione, come da alcuni anni a questa parte: si sente, come affermano anche le vittime dell'ultimo furto, sempre più la necessità di una maggiore copertura e prevenzione, per esempio attraverso la posa di un sistema diffuso di videosorveglianza. Sistema che – come è stato rimarcato anche recentemente in un'assemblea con i cittadini sul tema della sicurezza –, dovrebbe approdare sulle strade di Lesignano nel giro di alcuni mesi, in un progetto condiviso tra Comuni e Polizia municipale delle Unioni Pedemontana e Montana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal