Sei in Archivio bozze

Sorbolo

Il sindaco scopre e insegue i ladri: presi

12 marzo 2018, 06:00

CRISTIAN CALESTANI

La segnalazione al sindaco è arrivata da una cittadina tramite Facebook. «Di fronte al frantoio di Casalbaroncolo c’è un giovane accovacciato vicino all’argine con un canestro per carburante in mano. Si è nascosto quando sono passata per non farsi vedere». E così il sindaco di Sorbolo Nicola Cesari, che insieme alla fidanzata Alessia Ziveri stava rientrando a casa, ha deciso di fare un giro per controllare la situazione nella campagna tra Casaltone, Comune di Sorbolo, e Casalbaroncolo, Comune di Parma, finendo per mettere in fuga due ladri di carburante e fornendo un aiuto determinate alle volanti della Questura affinché i due venissero identificati e denunciati a piede libero per tentato furto e possesso di strumenti atti allo scasso.

Pochi minuti prima a Casalbaroncolo infatti, il sindaco e la fidanzata avevano intravvisto nell'oscurità un’auto sospetta, una Opel Corsa. Avvicinandosi hanno notato distintamente due giovani che sino a pochi istanti prima avevano armeggiato con taniche e canestri per sottrarre carburante dai mezzi al servizio del frantoio di Casalbaroncolo, di proprietà del sorbolese Geminiano Bortolotti.

Capendo di essere stati scoperti i due malviventi hanno tentato la fuga, ma il sindaco non ha desistito. Ha avvisato immediatamente le forze dell’ordine e si è dato all'inseguimento dei ladri che da Casalbaroncolo si sono diretti verso Sorbolo, quindi hanno raggiunto Coenzo e, tramite la Cispadana, la provinciale Parma-Mezzani.

All’altezza del distributore di via Burla, sono stati bloccati da due volanti della Questura. I due fuggitivi si sono mostrati molto agitati. Ad aggravare la loro posizione il ritrovamento di alcuni attrezzi da scasso in auto ed un forte odore di gasolio emanato dai loro abiti.

A dare la notizia dell’accaduto, ieri, è stato il proprietario del frantoio. «Faccio i complimenti al sindaco - ha dichiarato Bortolotti -. È stato bravissimo e coraggioso nel recarsi subito sul posto e nel collaborare con le forze dell’ordine. Ha evitato che, per l’ennesima volta, mi venisse sottratto del carburante dai mezzi e dalle cisterne. E' già capitato un centinaio di volte e in un’occasione ho subito un danno superiore ai 20mila euro».

Dal canto suo il sindaco ha sottolineato ancora una volta «quanto siano preziose le segnalazioni dei cittadini che utilizzano in modo positivo i social network» e ha ringraziato le forze dell’ordine «che si sono attivate immediatamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal