Sei in Archivio bozze

Scomparso

L'incubo continua. Ancora nessuna notizia di Luigi Frontera

13 marzo 2018, 06:02

La famiglia Frontera continua a vivere in un incubo. E', infatti, da venerdì 2 marzo che il padre Luigi è scomparso da casa e non è più tornato. La famiglia dell'uomo, sessantadue anni, originario della provincia di Crotone e qui a Parma per delle cure, la mattina di quel 2 marzo ha lasciato l'appartamento di via Mascagni, dov'è ospite del figlio. L'uomo sembra davvero svanito nel nulla. Lo confermano i famigliari, la moglie e i figli, che da quel giorno non si sono dati pace per cercare di individuare il loro congiunto. Hanno denunciato la scomparsa alla forze dell'ordine e confermano di avere sempre avuto al loro fianco il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, che, venuto a conoscenza del caso, ha immediatamente postato sulla sua pagina Facebook un appello a chiunque avesse informazioni su Luigi a mettersi in contato con al famiglia e a collaborare. «Ha fatto veramente di tutto per aiutarci» spiega uno dei figli. Il padre Luigi è stato cercato ovunque. La Protezione civile ha anche perlustrato le rive del torrente Parma con i cani. Anche i vigili del fuoco si sono prodigati per trovare qualche indizio. Niente. «Dieci giorni dopo - continua il figlio - siamo ancora al punto di partenza». Qualche telefonata è arrivata, ma si trattava di segnalazioni confuse. Luigi era stato «avvistato» nei pressi del pronto soccorso, e successivamente era stato visto dirigersi verso via Volturno.

Ma era davvero Luigi o qualcuno che gli assomigliava? Domenica i figli e la moglie hanno fatto il giro di tutti i centri commerciali della città, lasciando il volantino con la fotografia del loro caro e cercando notizie dell'uomo. «Non ci arrendiamo, anche se abbiamo girato tutta la città - aggiunge -. Continueremo a cercarlo. Non abbiamo prove, non sappiamo più cosa pensare». Anche le telecamere non stanno aiutando le ricerche. «Dopo ventiquattro ore infatti - commenta amareggiato - le telecamere si sovrascrivono. Quindi, diciamo che anche la tecnologia non ci sta aiutando». Una donna nei giorni scorsi ha detto di averlo visto al Panorama. «La ringraziamo ma di particolari non ne aveva. Più che altro, avendo visto da qualche parte la sua fotografia, le era sembrato di essersi imbattuta in lui» dichiara. Questa famiglia, nonostante l'incubo che sta vivendo un incubo, non si stanca di lanciare l'appello a tutti. «Chiunque abbia qualche notizia di nostro padre, che ricordiamo è alto 1,65 e ha la voce molto rauca - conclude il figlio -, qualsiasi notizia, si metta in contatto con i carabinieri. Tutto può essere importante per ritrovare nostro padre». r.c.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal