Sei in Archivio bozze

Scippo sventato

Tramuta e Apolloni, Starsky e Hutch di Capo Verde

14 marzo 2018, 06:02

Michele Ceparano

Sventano uno scippo mentre sono in vacanza. Un po' come Starsky e Hutch, i personaggi di una serie televisiva americana interpretati da Paul Michael Glaser e David Soul, che in Italia spopolò dalla fine degli anni Settanta ai primi anni Ottanta.

Per uno dei due, Giuseppe Tramuta, il paragone calza alla perfezione.

Ex poliziotto della Squadra mobile di Parma conosciutissimo in città, specializzato nella lotta al traffico di stupefacenti, Tramuta oggi fa l'investigatore privato.

Ma il paragone, visto com'è finita la vicenda che lo ha visto protagonista, non è troppo azzardato neppure per l'altro. Si tratta infatti di Gigi Apolloni, ex calciatore ed ex allenatore del Parma, un fisico ancora perfetto e soprattutto uno scatto da fare invidia ai tanti giovani che calcano i campi al giorno d'oggi.

Ebbene i due, che la settimana scorsa erano in vacanza con le rispettive famiglie a Capo Verde, hanno sventato uno scippo e consegnato due malviventi alle forze dell'ordine.

Ecco com'è andata la vicenda. La compagnia di cui fanno parte Tramuta e Apolloni sta passando alcuni giorni di relax al caldo dell'isola dell'Africa occidentale. Una sera si decide di uscire per bere qualcosa in un locale. Per l'aperitivo viene scelto il Morabeza, famoso lounge bar e ristorante della località di vacanza, frequentato da parecchi italiani.

A un certo punto, mentre il gruppo sta sorseggiando un aperitivo, Livia, la moglie di Apolloni, si accorge di qualcosa che sta succedendo a pochi tavoli di distanza dal loro. Qualcosa di brutto.

«In pratica - racconta lo stesso Tramuta -, Livia ha notato un doppio scippo. Due uomini hanno infatti colpito nello stesso momento: uno ha strappato la borsa a una donna e un altro ha portato via a un'altra il cellulare».

A quel punto Tramuta non ci ha pensato su un istante ed è tornato per un attimo «in servizio».

«Mi sono alzato di scatto - continua - e ho detto a Gigi: “Io ne blocco uno e tu occupati dell'altro”».

E così è andata. Mentre Tramuta fermava uno dei due «manolesta», Apolloni con uno scatto degno dei bei tempi, quando faceva sognare i tifosi del Parma, ha raggiunto l'altro e lo ha fermato.

Hanno così riconsegnato la borsetta e il cellulare alle due donne, una di Torino e un'altra veneta, che erano appena state scippate.

Nel frattempo il titolare del locale ha chiamato la polizia e i due malviventi, entrambi di Capo Verde sui trent'anni, sono stati arrestati dagli agenti.

Tra l'altro nel locale, c'erano parecchi altri turisti italiani, che, una volta terminato il trambusto, hanno riconosciuto Apolloni e fatto qualche selfie insieme all'ex allenatore crociato.

Insomma, è finito tutto bene, con grandi ringraziamenti da parte delle vittime.

«Mi è toccato fare il poliziotto anche in vacanza - commenta Tramuta -. Devo dire che ero preoccupato un po' per Gigi, ma lui ha dimostrato di saperci fare non solo come sportivo ma anche come poliziotto».

L'investigatore conclude con una battuta: «Sarebbe un po' più dura per me se volessi mettermi a fare il calciatore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal