Sei in Archivio bozze

SALSO

Assunzione del dirigente, i carabinieri acquisiscono le carte

16 marzo 2018, 06:00

Dopo l'ispezione, circa un anno fa in Comune, da parte degli ispettori del ministero dell'Economia e delle Finanze, è toccato nei giorni scorsi ai carabinieri di Salso recarsi nella sede municipale di piazza Libertà per acquisire documenti su richiesta della procura della Repubblica di Parma. Per ora, comunque, non vi sarebbe nessun fascicolo aperto ma solo una richiesta di poter verificare i documenti inerenti la vicenda.

Il Mef, dopo l'ispezione, aveva inviato al Comune una serie di contestazioni su procedure effettuate negli ultimi 8 anni, tra le quali, quella più recente riguardante la presunta non correttezza della procedura utilizzata dall'ente locale per l'assunzione di Andrea Saccani alla dirigenza del settore Turismo, Affari finanziari e Servizi alla comunità. In estrema sintesi, non si sarebbe avviata prima di tutto una procedura selettiva riservata al personale interno, mancandone la documentazione, non apparendo chiara la disposizione di un'assunzione con lo scopo di compensare una carenza in organico quando al tempo non esisteva in realtà nessuna reale carenza dirigenziale. Saccani, in pratica, sarebbe stato assunto, ferma restando la discrezionalità dell'amministrazione per tale valutazione, con un po' di approssimazione procedurale. Su questo aspetto dal Comune sono state inviate però al Ministero tutte le deduzioni necessarie per chiarire la vicenda ed ora l'ente è in attesa della risposta del ministero.

La richiesta di documenti degli uomini dell'Arma, invece, è legata invece ad un esposto anonimo in cui si chiederebbe di indagare per riscontrare eventuali illeciti penali commessi nel corso della procedura di assunzione di Saccani: per questo motivo i militari di via D'Acquisto avrebbero acquisito la documentazione relativa al concorso ed alla relazione degli ispettori del Mef.

«Già un anno fa il Ministero Economia e Finanze - il 18 aprile 2017 - aveva richiesto ai nostri uffici alcune delucidazioni in merito ad atti e argomenti relativi agli ultimi 7-8 anni di amministrazione comunale, quindi anche precedenti alla nostra guida», è il commento del primo cittadino Filippo Fritelli.

«Puntualmente abbiamo inoltrato tutto quanto richiesto e successivamente le documentazioni sono state esaminate nel dettaglio dai loro uffici competenti in materia. Allo stesso modo oggi rispondiamo con gli stessi contenuti che abbiamo già inviato al Mef mesi fa agli organi richiedenti affinchè anche loro possano verificare tutto quanto serve. In questo modo trasparente siamo convinti che possano apprendere della regolarità delle nostre azioni di cui siamo certi».

«Spero solo che a poche settimane dal voto qualche nemico che non ha altri argomenti concreti e mezzi - aggiunge sarcastico - non impegni le nostre autorità di pubblica sicurezza in questo tipo di attività. Questo è utile per rimarcare con convinzione ancora una volta che l'amministrazione attuale in questi anni, come per altro evidenziato nella stessa relazione del Mef, ha ridotto i dirigenti da 4 a 3 con conseguente riduzione dei costi del personale». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal