Sei in Archivio bozze

Brescello

Ritrovata la statua di San Giuseppe portata via dall'alluvione

16 marzo 2018, 06:00

Andrea Vaccari

BRESCELLO Dopo settimane di rabbia e sofferenza, Lentigione sta lentamente rialzando la testa.

L’ondata di fango che travolse la frazione di Brescello è ormai lontana, e anche se i danni che ha lasciato sono tanti, il processo di rinascita sta pian piano riportando ogni cosa a suo posto.

Compresa una statua di San Giuseppe che l’acqua dell’Enza si era portata via, privando così il presepe allestito davanti alla chiesa di un personaggio fondamentale.

Nel ritrovamento di questa statua ci ha messo lo zampino il destino, che ha confezionato una storia degna di un romanzo.

Quando le speranze di ritrovare il San Giuseppe perduto sembravano ormai svanite, Simone Minelli e Angelo Bonini, due allevatori di Motteggiana, in provincia di Mantova, si sono imbattuti nei giorni scorsi in una statua che galleggiava nel Po.

I due, appassionati di escursioni lungo il grande fiume, l’hanno portata in salvo e raccontato la propria esperienza alla Gazzetta di Mantova, manifestando l’intenzione di donare il San Giuseppe – alto circa mezzo metro e realizzato in plastica o vetroresina – al vescovo Gianmarco Busca.

Ma la notizia, grazie all’eco dei social network, è arrivata presto anche a Lentigione, dove alcuni residenti hanno «taggato» il parroco don Evandro Gherardi nei commenti sotto alla notizia, per capire se si trattasse davvero del pezzo mancante della Sacra famiglia.

Dopo qualche dubbio iniziale, il parroco brescellese si è convinto che quella ritrovata in Po potesse essere davvero la statua sparita da Lentigione: in effetti, le probabilità che si tratti del San Giuseppe in questione è alta, in quanto non si tratta certo di un oggetto che si perde facilmente.

Anche se a distanza di molto tempo, l’acqua dell’Enza l’avrà fatta arrivare nel Po dove poi ha percorso oltre quaranta chilometri, sconfinando in Lombardia.

Per questo don Gherardi ha preso contatti con i due allevatori, e concordato un incontro per la restituzione della statua, alla presenza del vescovo mantovano.

L’appuntamento è in programma lunedì – proprio nel giorno dell'onomastico di San Giuseppe - in terra mantovana. In questo modo si va così a chiudere un «cerchio» a tre mesi esatti dalla piena, quando a Lentigione i festeggiamenti natalizi erano stati per forza di cose molto sobri.

La notizia del ritrovamento di San Giuseppe è stata accolta con soddisfazione dai parrocchiani di Lentigione come un ulteriore segno della ripartenza dopo la grande emergenza.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal