Sei in Archivio bozze

TURISMO

Tante le famiglie alla scoperta di Parma

01 aprile 2018, 07:00

Michele Deroma

Uno scroscio di pioggia in mattinata, nel pomeriggio un timido sprazzo di sole a cercare di farsi spazio tra nubi minacciose: non si può certo dire che la vigilia di Pasqua, anche a Parma, non sia stata all'insegna di un meteo variabile, tale da costringere le tante persone che ieri hanno affollato il centro della città a munirsi di ombrelli. Ma nonostante Giove Pluvio si sia divertito, il clima incerto non ha fortunatamente frenato il turismo, in quella che è stata la prima giornata del lungo ponte pasquale: a metà del pomeriggio di ieri, la biglietteria dei musei diocesani registrava circa seicento presenze giornaliere, e numeri ancora più alti sono stati quelli del complesso della Pilotta, arrivata ad un migliaio di visite. Per la piena soddisfazione dei vari staff, che si aspettano ottimi numeri anche oggi e domani, giornate di musei aperti e culmine di un ponte pasquale che a Parma vede la presenza di tanti turisti a caccia delle bellezze architettoniche e artistiche che offre la città: in maggior parte italiani, ma non mancano le presenze straniere, soprattutto in piazza Duomo. E soprattutto, non mancano le famiglie: genitori e figli insieme per ammirare i gioielli di Parma.

Federico è originario di Modena, ma ora vive nella cittadina tedesca di Esslingen insieme alla moglie Fazilet e al figlioletto Miguel: «Siamo arrivati ieri a Parma e staremo qui sino a lunedì», spiega Federico mentre ammira la facciata della Cattedrale: «Sinora abbiamo visitato il Duomo e il Battistero. Parma ci sembra una città pulita, curata bene e ideale per una famiglia, anche se crediamo manchi qualche parcheggio». Arriva da Berlino con i suoi genitori, ma il sedicenne Filip definisce Parma con un buon inglese: «A good city». Da Sondrio arrivano Emanuele e Lidia, famiglia al completo che con le due figlie Giulia e Matilde: non alloggeranno a Parma, ma hanno sfruttato il pomeriggio per godersi le bellezze di Parma, da loro definita «una città tranquilla e a misura di famiglia». Anche nel loro programma di visita ci sono Duomo e Battistero, così come in quello dei coniugi perugini Francesco e Antonietta, giunti a Parma insieme ai figli Luigi e Ludovica. «Abbiamo consultato internet e ci siamo trovati particolarmente incuriositi da questa città», ammette Antonietta: «E Parma si è dimostrata all'altezza delle nostre aspettative, risultando una città adatta a gusti variegati e con numerose attrattive per i turisti». Anche Rita, Alberto e il figlio Andrea resteranno a Parma sino a lunedì: loro arrivano da Trieste e Parma è una tappa del loro tour musicale, dopo Cremona e le botteghe dei liutai visitate in mattinata. Nel loro programma di viaggio non può che esserci «il teatro Regio, insieme al palazzo Ducale e a piazza Duomo»: soltanto tre delle numerose bellezze artistiche che può vantare Parma. In questo lungo ponte pasquale i tanti turisti non si annoieranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal