Sei in Archivio bozze

Collecchio

Disorientato dal vento: ritrovato il pappagallo Max

11 aprile 2018, 07:00

Gian Carlo Zanacca

Tutta colpa di una folata di vento e Max, un pappagallino senegalese dai colori sgargianti, ha preso il volo verso l'ignoto. Ma questa, fortunatamente, è una storia a lieto fine. Dante, il padre del proprietario, il giovane Alex Ruosi, lo aveva portato a prendere un po' d'aria fuori di casa, era dai parenti in via 4 Novembre. E lui, Max, è stato disturbato dal vento forte di quel giorno: si è dapprima attaccato alla sporgenze della barchessa annessa all'abitazione, poi è riuscito a tornare sulla spalla del padrone, ma un'altra folata lo ha portato via. Max è stato adottato da Alex Ruosi circa 2 anni fa ed è stato allevato in casa, per questo è molto affettuoso verso i componenti della sua famiglia. Ma il vento gli ha fatto perdere l'orientamento e così non è più riuscito a tornare verso casa. La famiglia non si è data, però, per vinta ed ha cominciato a cercarlo fino a tarda sera, il giorno stesso della sua sparizione, nella zona delle poste e lungo via Scodoncello, ma niente. Il giorno dopo sono partiti i post su Facebook, twitter, ma anche il passaparola ed il volantinaggio per chiedere ai collecchiesi di collaborare nella sua ricerca. E' stato coinvolto mezzo paese. Dante, la moglie Monica ed il figlio Alex hanno fatto tutto il possibile per recuperarlo avvisando carabinieri, Lipu ed Enpa. «Max ha un'autonomia limitata – spiega Alex – dopo quattro giorni senza cibo, rischia la vita, anche perché in giro non ci sono frutti o semi da mangiare in questa stagione». Anche lo zio di Alex che è un cacciatore è stato allertato ed ha mobilitato una squadra che ha battuto il territorio alla ricerca di Max. «Il pappagallo – spiega il proprietario – può essere in pericolo di vita non solo per la mancanza di cibo ma per gli animali che può incontrare nel suo peregrinare: gazze ladre e cani sono una minaccia». Dopo quattro giorni, le speranze erano ormai al lumicino. Ma ecco il colpo di scena: il pappagallino è stato ritrovato la mattina del quarto giorno infreddolito e impaurito dagli operai del Comune di Collecchio, negli spazi del magazzino comunale di piazza Curie. Subito uno di loro, che aveva partecipato alla battuta di ricerca dei giorni precedenti, ha avvisato i proprietari. «Per noi – hanno detto Dante, Monica e Alex – è stata una gioia immensa, ed anche per il pappagallino che ha dormito un giorno intero prima di riprendersi dallo choc». Adesso è tornato a svolazzare in gabbia e sulla spalla di Dante e Alex alla ricerca di carezze e coccole che gli sono tanto mancate nei quattro giorni a zonzo per Collecchio. I proprietari ringraziano vivamente tutti coloro che si sono dati da fare per rintracciare Max e gli operai del Comune che lo hanno salvato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal