Sei in Archivio bozze

Colorno

Un foro nei vetri poi i furti mentre i proprietari dormono

13 aprile 2018, 07:00

COLORNO Stessa tecnica e stesso, magro, bottino. Ladri in azione in via Fontanella tra Colorno e Mezzani. Ad essere colpite, con il classico forellino nel telaio della finestra, due abitazioni in territorio colornese, mentre i sospetti di un terzo tentativo in territorio mezzanese sono stati fugati dalla segnalazione dei residenti e dall'intervento dei carabinieri di Colorno.

I furti sono stati messi a segno nella notte tra sabato e domenica. Nella prima abitazione, una casa di campagna, i ladri si sono avvicinati a piedi. Lo mostrano le immagini delle videocamere di sorveglianza che hanno ripreso due persone, non riconoscibili in volto, aggirarsi nel cortile intorno alle 2.15.

I malviventi hanno aperto gli scuri di una delle finestre al piano terra e hanno poi forato il telaio creando un piccolo buco sufficiente per riuscire a far scattare il meccanismo di apertura. Quindi una volta dentro casa hanno rovistato un po' in giro, riuscendo a portare via solo un anello riposto all'interno della borsetta della fidanzata del proprietario.

Entrambi, padrone di casa e compagna, stavano dormendo nella mansarda e non si sono accorti di nulla.

Poco dopo, sempre nella notte tra sabato e domenica, i ladri sono poi passati all'attacco di un'altra abitazione di campagna poco distante. Hanno preso una sedia da esterno e l'hanno posizionata sotto la finestra al piano terra in modo da riuscire, agevolmente, a svitare i supporti delle inferriate.

Poi anche in questo caso hanno realizzato un forellino nel telaio per aprire le finestre. Quindi i ladri si sono aggirati all'interno dell'abitazione dove stava dormendo una mamma con i due figli piccoli. Dall'abitazione sono spariti un'ottantina di euro sottratti dal portafoglio della proprietaria.

Nella notte tra mercoledì e ieri è poi scattato nuovamente l'allarme in via Fontanella, questa volta nella zona che ricade sotto il comune di Mezzani, visto che i proprietari si sono insospettiti sentendo alcuni rumori. Sono intervenuti i carabinieri di Colorno che hanno compiuto un sopralluogo e che stanno indagando anche sugli altri due episodi andati a segno.

Quello che sottolineano i residenti della via, nota per avere un fondo stradale pieno di buche, è che a seguito della chiusura del ponte sul Po tra Colorno e Casalmaggiore è aumentato notevolmente il traffico di passaggio, e quindi anche di potenziali malintenzionati, nonostante il transito sia consentito solo a residenti, auto dirette nelle abitazioni ed attività delle via e forze dell'ordine. c.cal.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal