Sei in Archivio bozze

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

19 aprile 2018, 07:00

Sandro Piovani

Da una parte l'entusiasmo per un terzo posto quasi inaspettato e soprattutto per la concreta possibilità di lottare sino alla fine per la serie A, dall'altra le preoccupazioni per un'infermeria che, partita dopo partita, deve aggiungere un posto letto. Oltre al lungodegente Scozzarella (problema al tendine d'Achille), guai muscolari vari hanno colpito Da Cruz, Ceravolo, Di Cesare, Scavone e, ultimo in ordine di tempo, Dezi. Stavolta con equità quasi numerica: un difensore, due centrocampisti e due attaccanti. Timori inevitabili dunque.

PREOCCUPA IL CENTROCAMPO

Soprattutto per il centrocampo, visto che anche Vacca e Munari non sembrano al top, disturbati da acciacchi vari. Inevitabile che ci sia preoccupazione. Di certo la rosa ampia può aiutare (e sta aiutando). Ed è inevitabile che si possa pensare ad un cambio del sistema di gioco. Per utilizzare quei giocatori che hanno più forza fisica, ingrediente che sembra indispensabile parimenti alle qualità tecniche.

I PRO E I CONTRO DEL CAMBIO

Come sempre non mancano i pro e i contro. Cambiare sistema di gioco (4-2-3-1 oppure 4-4-2), per «risparmiare» uno dei tre centrocampisti di ruolo, può dare più fisicità e intensità alla manovra del Parma. Garantendo comunque la giusta copertura alla difesa. Tenendo conto di un ritrovato Siligardi e di un Ciciretti che scalpita per giocare. Ma il cambio deve essere convinto e convincente. Ed è giusto chiedersi se, a prescindere dai problemi, sia giusto variare l'assetto che ha portato il Parma al terzo posto e a soli due punti dalla A diretta. Alla fine le strade restano tutte aperte. Con un'ultima considerazione: sotto spirito alla fine bisogna sistemare Calaiò, unico terminale offensivo di questa squadra. Per ora almeno.

SABATO TORNA LIZHANG

Il Parma sabato avrà un tifoso in più: sugli spalti ci sarà il presidente Lizhang: non ci sarebbero riunioni o momenti ufficiali. Il presidente arriva da tifoso entusiasta, qualunque sistema di gioco si adotti. E così sarà tutto il Tardini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal