Sei in Archivio bozze

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

20 aprile 2018, 07:00

PAOLO PANNI

ROCCABIANCA Un pericolo costante, causato da troppe persone che non rispettano le regole mettendo a repentaglio la sicurezza propria e degli altri.

Sta causando polemiche e continui pericoli la situazione del ponte sul Po «Giuseppe Verdi» dove da tempo vige il senso unico alternato regolato da un impianto semaforico che, tuttavia, quotidianamente, viene ignorato da numerosi automobilisti e camionisti che, bellamente, transitano col rosso.

Questo nonostante vi siano già stati numerosi controlli, sull'una e sull'altra sponda del fiume, da parte delle forze dell'ordine (con parecchie contravvenzioni) e nonostante, solo pochi mesi fa, si sia verificato anche un incidente costato la vita a una persona.

Le polemiche, e le segnalazioni, specialmente da parte dei residenti abbondano e anche gli organi di stampa, sia locali che nazionali, hanno più volte evidenziato il problema che non accenna a placarsi.

Anche per questo la compagnia carabinieri di Fidenza, agli ordini del capitano Giuseppe Fiore, ha disposto una serie di controlli mirati, a scopo preventivo e repressivo, dopo quelli per altro già effettuati nelle scorse settimane, al fine di porre un freno a questa situazione.

L'ultimo servizio, effettuato da una pattuglia mista dei carabinieri di Roccabianca e San Secondo agli ordini del maresciallo maggiore Maurizio Ampollini, ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che il problema resta.

Infatti, in meno di un'ora, i militari hanno elevato dieci contravvenzioni. Nove a veicoli che non hanno rispettato il segnale di semaforo rosso. Ogni autista si è visto rifilare una sanzione di 163 euro e gli sono stati tolti 6 punti sulla patente (a conti fatti 54 punti «volati via» in un'oretta): e questo, va rimarcato, per la non volontà di aspettare qualcosa come cinque minuti.

Infine è stato fermato e sanzionato (per 150 euro totali) un autoarticolato che ha percorso il ponte in pieno divieto.

Infatti, da tempo, a causa proprio dei problemi strutturali esistenti, è vietato il transito ai mezzi pesanti che superano le 44 tonnellate e, questo, le superava abbondantemente.

I servizi effettuati hanno trovato il plauso di molti cittadini che hanno elogiato e ringraziato i carabinieri per questi controlli volti a ristabilire la sicurezza sul ponte. A fronte della situazione i carabinieri hanno già programmato, anche per i prossimi giorni, frequenti e mirati servizi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal