Sei in Archivio bozze

Addio

Giancarlo Bonassi, l'antesignano delle guide turistiche

21 aprile 2018, 07:02

Fino a pochi anni fa lo si poteva incontrare, nel cuore della città, circondato da nuvole di turisti mentre illustrava loro le bellezze artistiche parmigiane con garbo, estro, simpatia e grande competenza. Giancarlo Bonassi, una delle prime guide turistiche di Parma con Gian Giuseppe Vignoli e la professoressa Rossi Loreti , è morto nei giorni scorsi a 83 anni dopo una lunga malattia che lo ha costretto all'immobilità per quattro anni, e che ha sopportato con tanta dignità e quella forza grande che gli derivava da una fede granitica. Parmigiano del sasso, figlio del noto salumiere Leopoldo Bonassi - con «premiata» bottega in strada Farini dove, in seguito, aprì l'Ottica Bontempelli - dopo il liceo Romagnosi Giancarlo si iscrisse alla facoltà di medicina del nostro Ateneo, anche se non esercitò mai la professione medica. Giancarlo era attratto dall'arte, dal bello, dalla storia. Sono stati davvero tanti i turisti, ma anche i parmigiani, che sono ricorsi a lui desiderosi di sapere la storia della città e dei suoi tesori. Come pure accompagnò tanti parmigiani a visitare le principali capitali europee. Carattere aperto e di una signorilità innata, spiritoso e simpatico, Bonassi, fu una persona di vastissima cultura: amava la lettura e si documentava continuamente sui vari ritrovamenti archeologici. Collezionava monete e cartoline, Giancarlo, ed era gelosissimo della sua biblioteca di oltre cinquemila libri. Era anche un raffinato gourmet, un estimatore dei piatti parmigiani della tradizione che gustava anche nel corso di cene con gli amici. Amava tantissimo viaggiare. Con la moglie, camperisti da sempre, avevano visitato quasi tutta l'Europa. Adorava anche il mare di Punta Ala ed il suo «buen retiro» estivo nella sua casa collinare di Sivizzano. Componente del consiglio del Comitato per l'arte, di cui era consigliere, era legatissimo alla famiglia: alla moglie Maria, già tecnico di laboratorio, ai figli Laura, farmacista, Pietro, fisioterapista, e agli adorati nipotini Elena, Anna, Matilde e Beatrice. Lo.Sar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal