Sei in Archivio bozze

Hobby

Pezzali e i trattori, storia di un amore

26 aprile 2018, 07:01

Michele Deroma

Migliaia di documenti originali, riviste, modellini di trattori... e mezzi «ferro e gomma», ordinatamente disposti nel garage. È un enorme archivio storico dell’agricoltura degli ultimi sessant’anni, quello che ha allestito con le forze della passione e della costanza Giancarlo Pezzali nella propria abitazione di Ravadese. Dal cortile della sua casa, Pezzali può intravedere l'abbazia di Valserena, attuale sede del Centro studi e comunicazione dell’università di Parma: proprio da quella destinazione del complesso ha preso spunto per realizzare il suo enorme archivio, a cui pensava forse già da bambino, quando raccoglieva tutti i volantini pubblicitari dedicati ai trattori e accompagnava il padre Gianni mentre lavorava nella campagna di Ravadese. Ora in pensione, Pezzali ha 64 anni, è sposato con Eva e padre di Giulia. Nel corso della propria vita ha lavorato come operaio in alcune aziende vetrarie del Parmense: intanto, nel tempo libero, coltivava una speciale passione per l’agricoltura, nata da bambino. Un amore consolidatosi nel corso degli anni in una minuziosa ricerca e raccolta archivistica da parte di Pezzali, la cui abitazione può considerarsi un vero e proprio museo.

A partire dal garage, dove sono infatti custoditi sei trattori rossi dell’allora azienda tedesca Fahr, prodotti e tutti acquistati dalla famiglia Pezzali tra gli anni Cinquanta e Sessanta. «Ce li avevo già da ragazzo», spiega Pezzali, «ma ogni tanto li accendo e funzionano ancora tutti perfettamente, a dispetto dell’età». Quattro anni fa, su uno di quei trattori, Giancarlo, Eva, Giulia e il loro cane Billy hanno posato per una foto poi inserita nel calendario 2015, realizzato ogni anno dall’azienda Same: immagine destinata a rappresentare un sereno momento di vita familiare nella difficile quotidianità del lavoro di campagna. Pezzali custodisce quell’immagine in casa e in garage, a pochi metri dai trattori e dagli armadi che ospitano l’immensa mole di documentazione raccolta da Pezzali nel corso degli ultimi decenni. Sono armadi ricolmi di carpette, contenenti migliaia di documenti e depliant originali raccolti nelle fiere internazionali – in particolare quelle di Bologna e Hannover – e riguardanti le macchine agricole: volantini raffiguranti ogni tipo di macchina, da quelle per la lavorazione del terreno a quelle adibite all’irrigazione, alla raccolta del fieno e alla semina; accessori per le cabine e per gli pneumatici, tutti precisamente datati e catalogati. Un lavoro imponente, quello realizzato da Pezzali a partire dagli anni Sessanta anche tra le mura della sua casa.

Nel salone trovano posto decine di modellini di trattori da una parte, dall’altra centinaia di numeri di riviste dedicate alle macchine agricole, carpette che contengono tutti i calendari realizzati dalla Same dagli anni Sessanta in poi. Una documentazione straordinaria e destinata ad incrementare ancora nel corso degli anni, grazie alla passione da parte di Giancarlo Pezzali per il mondo dell’agricoltura: la stessa che, cinquant’anni fa, lo portava ancora bambino sul trattore, di fianco al padre Gianni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal