Sei in Archivio bozze

Varano Melegari

Academy Dallara pronta entro settembre

29 aprile 2018, 07:02

MICHELE CEPARANO

VARANO MELEGARI

Entro settembre sarà ultimata la Dallara Academy, il nuovo edificio che realizzerà il sogno del fondatore Giampaolo Dallara di formare le giovani generazioni nel campo dell'ingegneria delle auto da corsa trasmettendo quelle competenze che la sua azienda ha sviluppato in quarantasei anni di attività. Un edificio, quello in cui sorgerà l'Academy, che attualmente è in costruzione e che vuole essere parte integrante di un territorio a cui, sono state le parole dell'ingegner Dallara alla presentazione del progetto nella palestra polivalente del paese davanti a un folto pubblico, «vogliamo restituire qualcosa». Un progetto che si rivolge ai giovani. L'edificio ospiterà infatti un'area totalmente dedicata agli studenti delle medie e delle superiori, in cui gli alunni potranno osservare e conoscere quelle leggi fisiche che sono alla base della progettazione delle auto da corsa. Ma l'edifico ospiterà anche 25 studenti provenienti da tutto il mondo del secondo anno del corso di laurea magistrale in Racing Car Design del Motorvehicle University of Emilia-Romagna, voluto fortemente dalla Regione e reso possibile grazie alla sinergia tra le Università e le case motoristiche della Motor Valley. Ma, all'interno dell'Academy, si potrà anche «passeggiare» nella storia dell'innovazione e della tecnologia in cui tutte le persone potranno ammirare da vicino le diverse auto da corse sviluppate dalla Dallara come, solo per citare due modelli, le Indycar che gareggiano negli Usa e i prototipi di Le Mans.

«Sembrava un progetto impossibile da realizzare - ha aggiunto Andrea Pontremoli, ceo di Dallara - e invece grazie all'impegno di tutti avremo qui tante cose, dalla laurea magistrale fino a un centro congressi a disposizione della comunità. Formeremo i giovani, ma svilupperemo anche il turismo industriale. La storia, infatti, non si compra. E' un valore che la Dallara possiede e che mette a disposizione dei giovani».

La progettazione e realizzazione dell'edificio sono state affidate all'architetto Alfonso Femia dell'omonimo Atelier(s) che si è aggiudicato, tra quindici studi che hanno partecipato in forma anonima, il concorso privato a invito indetto dalla Dallara. «Un progetto deve raccontare un storia - ha spiegato Femia - e questo edificio, attraverso la luce, metterà in scena la Dallara, Varano e i suoi abitanti in una dimensione in cui spazio e tempo sono collegati».

Della genesi del progetto e di come si è sviluppato ha parlato anche Gianmarco Beltrami, direttore marketing e comunicazione della Dallara. «L'Academy si svilupperà su tre piani - ha elencato -, in quello interrato troveranno posto lo show room e un parcheggio, al piano terra l'accoglienza, la caffetteria, la hall di distribuzione, la sala multifunzione e l'area educational. Attraverso una rampa espositiva si accederà al primo piano in cui sorgeranno un auditorium che potrà ospitare fino a 380 persone, due aule e altrettante sale-studio, oltre a diversi uffici. E davanti all'edificio passerà una pista ciclopedonale». Perché l'edificio sarà tutt'uno con Varano, come ha ricordato Alberto Bassi che coordinerà l'Academy. «La Dallara è andata nel mondo - ha auspicato - e ora speriamo che il mondo venga qui a Varano».

Conclusa la presentazione, è già ora di correre. Sui tempi, infatti, la conclusione è spettata all'ingegner Dallara. «L'edificio sarà ultimato entro settembre - ha dichiarato -. L'Università e la scuola infatti non aspettano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal