Sei in Archivio bozze

Allarme

Junior baseball club, doppio raid dei vandali

07 maggio 2018, 07:00

Il primo raid aveva già lasciato il segno. Ma ai vandali non dev'essere bastato: chissà perché, ma devono aver pensato di aver tralasciato qualcosa. E così la notte dopo sono tornati (difficile pensare che si sia trattato di qualcun altro): rischiando questa volta di subirli, i danni, anziché farli. La sede dello Junior baseball club, infatti, non era deserta. D'obbligo la precipitosa ritirata: dietro di loro s'erano lanciati quattro ragazzi della squadra. Solo il buio e la velocità dello scatto hanno permesso agli sconosciuti di farla franca. «Siamo alla mercé dei balordi» commenta Mario Caravita, presidente della società di via Parigi, ricordando anche le razzie e i danni subiti di recente dall'Inter club e dal circolo Minerva. «Di frequente si vedono le impronte di sconosciuti passati durante la notte, si trovano le recinzioni abbassate o alzate e i segni di chi è passato attraverso l'erba attorno». Dietro di sé, gli autori del primo blitz hanno lasciato il campo disseminato di una cinquantina di palline da baseball: come se qualcuno si fosse allenato senza poi rimettere a posto. «In realtà - prosegue Caravita - presto si è scoperto che qualcuno era passato dal cancello della tribuna, la cui serratura è piuttosto fatiscente. Poi, forse con una spallata, ha fatto cedere la porta d'ingresso per la palestra». Qui sono state prese le palline, oltre alle mazze: una è stata trovata sul campo, spezzata. Altre 4 di alluminio per under 15, invece, sono state rubate da un cassonetto a sua volta forzato. «E' stata anche rotta la fascetta che assicurava nel tunnel il defibrillatore poi abbandonato sul campo - racconta il presidente -. Non si sa bene se e quanto sia stato danneggiato. Dovremo mandarlo in ditta a Modena, per verificare che sia ancora funzionante». Il raid è stato compiuto di sicuro dopo le 2,30: fino a quell'ora, in sede c'erano gli ultimi tra i partecipanti a una grigliata. La notte seguente, invece, era l'1,30, quando quattro ragazzi che avevano seguito partite in diretta tv dagli Usa si sono accorti di due tizi in cortile. Gli sconosciuti, evidentemente convinti che nel club non ci fosse nessuno, dopo un attimo di sorpresa, sono subito corsi via. E i ragazzi li hanno inseguiti per una ventina di metri attraverso il cortile buio, senza tuttavia riuscire a vedere in faccia i fuggitivi. Poi, saliti a bordo di un'auto di media cilindrata, i due si sono allontanati a fari spenti, facendo perdere le loro tracce. r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal