Sei in Archivio bozze

Funerale

«Sempre insieme a noi», l'ultimo saluto a Francesca Von Felten

08 maggio 2018, 07:00

Michele Ceparano

Anche ieri pomeriggio la pur spaziosa chiesa di Maria Immacolata era piena. E ancora una volta la commozione era vivissima. In tanti infatti hanno voluto dare l'ultimo saluto a Francesca Von Felten, la 43enne parmigiana scomparsa in un incidente in Svizzera su quelle montagne che lei, esperta alpinista, amava tanto, come ricordano le parole di «Signore delle cime», accanto al registro delle presenze.

Come al rosario, che era stato recitato nella medesima chiesa di via Casa Bianca, anche al funerale si faceva fatica a trovare posto. Giovanissimi, giovani, adulti, anziani. Ci sono gli scout - la donna scomparsa tragicamente è stata uno dei pilastri di Parma 2 -, c'è la gente che ha condiviso con lei la fede religiosa e l'impegno a favore dei più deboli, ci sono gli amici della montagna, che hanno vissuto con Francesca tante belle esperienze in alta quota. Tutti, ancora increduli, si sono sono stretti alla famiglia, ai genitori Giovanna e Fredy, al marito Simone, ai figli Giovanni, Sara e Federico e ai parenti.

Assieme a loro, anche il vescovo di Parma, monsignor Enrico Solmi, ieri in Maria Immacolata per pregare insieme all'assemblea nel corso di una celebrazione in cui le letture e le preghiere sono state accompagnate dai canti e dal suono delle chitarre. Nell'omelia don Francesco Riccardi, parroco di Maria Immacolata, ha sottolineato «l'invito del Signore ad alzarsi e a guardare su, verso la città nuova, dove non ci sono più dolore e sofferenza, ma solo gioia dello spirito».

«Non è facile alzare lo sguardo - ha aggiunto il parroco - quando il cuore è così appesantito. Ma questo è anche il momento di misurare l'efficacia della parola del Signore nei nostri cuori. Salutiamo Francesca, che ha raggiunto il suo regno». Nel corso della messa, tanti momenti hanno richiamato i valori della donna scomparsa. Dalle offerte che, per volere della famiglia, saranno devolute alle adozioni a distanza del gruppo missionario, alle parole del marito Simone che ha tributato un grazie commosso ai tantissimi che hanno partecipato al dolore della sua famiglia. Infine, prima dell'uscita della bara dalla chiesa per l'ultimo viaggio verso il cimitero di Marore, le parole di «Insieme», inno degli scout cantato da quelli di ieri e di oggi per salutare Francesca: «Insieme abbiam marciato un dì, per strade non battute, insieme abbiam raccolto un fior, sull'orlo di una rupe...».

LE PAROLE DEL MARITO

«Siamo rimasti sorpresi e commossi». Con queste parole, al termine della messa di ieri pomeriggio nella chiesa di Maria Immacolata, è iniziato il messaggio di Simone Arrigoni, marito di Francesca Von Felten. Un messaggio che l'uomo ha voluto leggere per ringraziare le tantissime persone che in questi terribili giorni sono state vicine a lui e alla sua famiglia e che anche ieri hanno gremito la chiesa di via Casa Bianca.

«In questi giorni - ha infatti dichiarato il marito di Francesca - le numerose testimonianze di affetto che abbiamo ricevuto in tantissime forme, ci hanno sorpreso e commosso. Abbiamo ricevuto calore e vicinanza e abbiamo ritrovato e riscoperto tanti amici. Grazie a tutti voi - ha concluso il suo messaggio il marito di Francesca - le prove future che ci attendono ci appaiono meno dure». M.Cep.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal