Sei in Archivio bozze

VISITA A SORPRESA

«Il Terzo Giorno», 10 e lode alla mostra da Sgarbi

11 maggio 2018, 07:01

KATIA GOLINI

Una super promozione: è un dieci e lode quello che Vittorio Sgarbi scrive sulla pagella della mostra «Il Terzo Giorno». Il noto critico arriva in città a pomeriggio inoltrato, accompagnato dall'amico Giampaolo Cagnin e seguito dal sindaco Federico Pizzarotti, dall'assessore Michele Guerra, da Davide Bollati in rappresentanza degli sponsor. Visita il Palazzo del Governatore, cammina tra le opere e alla fine si pronuncia. In poco meno di cinque minuti dice tutto e la promozione è davvero a pieni voti. «Si vede che siamo entrati nel clima di Parma 2020» esordisce. Quindi ironizza sul titolo - forse non lo apprezza fino in fondo o forse vuole solo fare una battuta -, ma poi esterna senza esitazione: «Non c'è una mostra più bella in Italia in questo momento, fatto salvo per Palermo che è Capitale della cultura 2018».

A Sgarbi piace tutto: il percorso, i pannelli, che guidano i visitatori nel percorso fatti di citazioni raffinate, e apprezza soprattutto la scelta delle opere, selezionate una per una dal curatore Didi Bozzini. Il critico d'arte approva i nomi degli artisti - alcuni noti, altri meno noti ma altrettanto forti -, il filo conduttore che lega le opere e coglie il senso del discorso. «Sofisticata la scelta delle opere - afferma Sgarbi -, messe una accanto all'altra secondo un'idea coerente. Si va dal momento germinale della nascita della vita al momento finale dell'umanità per poi ritrovare un nuovo “terzo giorno”».

Difficile dire quali gli artisti più apprezzati, ma parole d'affetto Sgarbi le spende per Serse («Amico scomparso») e di stima per i fratelli Chapman, che con la loro «Torre di Babele» conquistano tutti: «Ci sono i fotografi che diventano pittori, i disegnatori che diventano pittori, artisti simbolo dell'arte contemporanea, molti nomi slegati dalle correnti predominanti. Davvero una mostra piena di cose curiose e che fa pensare. Interessante anche la scelta dei pannelli che accompagnano il percorso del visitatore fatti di citazioni bellissime». Anche la location gli va a genio: «Spazio bellissimo e ben restaurato».

Soddisfatto l'assessore Guerra: «Una visita a sorpresa piacevole e gratificante. Sgarbi ha visto una città vivace e compreso il percorso che siamo facendo anche in vista del 2020».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal