Sei in Archivio bozze

SORAGNA

Furti e danni alla palestra, incastrati dalle telecamere

13 maggio 2018, 07:01

MICHELE DEROMA

SORAGNA Sono stati incastrati dalle telecamere di videosorveglianza presenti in via don Mattioli e nei pressi della scuola. Non hanno così potuto fare altro che confessare il loro atto criminoso, un 23enne e un 14enne residenti a Soragna: nella notte tra il 1° e il 2 maggio, i due giovani sono stati gli autori di una serie di furti, commessi presso al palapattinaggio «Giuseppe Avanzini» e la palestra «Corrado Dondi», strutture situate nel centro sportivo della cittadina della Bassa.

I due sono dapprima entrati all’interno del palapattinaggio, scavalcando la recinzione e danneggiando successivamente il telone esterno alla struttura: sono così riusciti ad introdursi nell’area che ospita la macchinetta distributrice di bevande, tentando di scassinarla ma senza successo.

Usciti quindi dalla struttura intitolata all’infermiere del locale ospedale «Santa Rita» scomparso in un tragico incidente nel 1984, il 23enne e il 14enne soragnesi si sono intrufolati nella vicina palestra comunale, che porta il nome di Corrado Dondi, lo sfortunato infermiere del 118 deceduto nella tragedia del Charlie Alfa.

I due sono entrati nella palestra rompendo un finestrino esterno: sono così direttamente entrati nella piccola stanza che durante le ore di apertura della palestra ospita il custode e lì i due giovani hanno cominciato a rovistare tra gli armadi e il frigorifero, riuscendo a sottrarre alcune lattine di bevande a loro utili per trascorrere la serata. Usciti dalla palestra, i due sono poi andati a piedi verso la scuola, per concedersi nel loro abituale luogo di ritrovo un «picnic notturno»: la loro passeggiata è però stata filmata dalle telecamere presenti in via Mattioli e sul retro del vicino edificio scolastico, in un video successivamente acquisito da parte degli agenti della Polizia municipale di Soragna, che hanno condotto le indagini in stretta sinergia con il locale comando dei carabinieri.

L’investigazione ha portato all’individuazione dei due ragazzi: messi alle strette hanno confessato nella caserma di via Sette Fratelli Cervi. Il 23enne e il 14enne sono stati così segnalati rispettivamente alle procure di Parma e Bologna.

La quantificazione del danno da loro commesso è di quasi 2mila euro, dovuti in particolare al grave taglio apportato al telone del palapattinaggio «Giuseppe Avanzini», che ospita ogni giorno gli allenamenti delle atlete della polisportiva soragnese Il Cerchio.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal