Sei in Archivio bozze

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

21 maggio 2018, 07:03

PIERLUIGI DALLAPINA

Quando si ha a che fare con i bambini piccoli, due occhi non bastano mai e a volte nemmeno quattro sono sufficienti, come dimostrano i trenta minuti da brivido vissuti da una mamma nigeriana che mercoledì pomeriggio ha visto scomparire il proprio figlio di 3 anni all'uscita dalla scuola materna.

Il bimbo si era allontanato da via Costituente ed era arrivato fino sul ponte di Mezzo, punto in cui è stato notato da due donne che, insospettite dal vederlo girovagare da solo, prima lo hanno avvicinato e tranquillizzato e poi lo hanno consegnato ad una pattuglia della Polizia municipale impegnata nelle ricerche.

Nell'arco di mezzora l'incubo del bambino scomparso all'uscita dalla materna si era già dissolto, ma quei minuti di attesa sono stati insopportabili per la mamma del piccolo che, temendo un rapimento, aveva allertato altre persone della comunità nigeriana, nella speranza di poter ottenere un aiuto concreto ed un conforto.

Considerata la delicatezza della situazione, l'apprensione dei primi momenti si è presto trasformata in rabbia e agitazione, tanto che per cercare di riportare la calma fra le persone (una decina) che protestavano animatamente davanti alla materna è stato necessario l'arrivo di un'auto della polizia.

«Ho allertato la presidente del consiglio dei genitori, informandola che tra una settimana ci sarà una riunione con tutti i genitori dei bimbi iscritti alla scuola dell'infanzia per illustrare l'accaduto e chiedere la collaborazione di tutti affinché episodi del genere non accadano mai più», avverte Ines Seletti, assessore ai Servizi educativi, prima di ricostruire l'accaduto.

«Il bambino si è allontanato da solo, in concomitanza con l'uscita pomeridiana da scuola – esordisce l'assessore – perché invece di aspettare la madre che era già nella struttura per riportarlo a casa ha seguito la mamma di un amichetto, senza però che la donna si accorgesse di essere seguita dal piccolo di tre anni».

La riconsegna dei bambini ai genitori avviene sotto il controllo di un'operatrice, che vigila sul via vai di persone, ma nel momento in cui il piccolo si è incamminato verso l'esterno è bastato un attimo di distrazione – per rispondere alla richiesta di un familiare di un altro bimbo – per dar vita ad una situazione potenzialmente esplosiva.

«L'operatrice era sulla porta – assicura l'assessore – quando la nonna di un bimbo le ha chiesto un'informazione, facendola distrarre per pochissimo tempo». Ed è stato in quegli istanti che il piccolo ha fatto perdere le proprie tracce. «Al fine di evitare episodi come questo – dichiara Seletti – incontrerò i genitori ai quali chiederò la massima collaborazione, suggerendo loro di non parlare con gli operatori per non distrarli dai compiti di vigilanza».

L'assessore però sottolinea come la macchina delle ricerche si sia subito messa in modo, riuscendo a trovare il piccolo a trenta minuti circa dalla segnalazione di scomparsa. «Nel frattempo - ammette l'assessore - la madre era molto preoccupata, in quanto temeva un rapimento del bimbo. Per questo ha chiamato altre persone, che l'hanno raggiunta davanti a scuola».

E' stato il terrore suscitato dal sospetto di rapimento a far scaldare gli animi, tanto da richiedere l'intervento della polizia, ma per fortuna nessun «orco» era in azione. «Il bambino - conclude Ines Seletti - ha percorso via Bixio ed è stato trovato sul ponte di Mezzo, perché come ha spiegato stava raggiungendo la fermata dell'autobus utilizzata da lui e dalla mamma per tornare a casa».

Questo episodio a lieto fine ricorda una storia simile successa nei giorni scorsi, quando un altro bimbo molto piccolo si è allontanato dai genitori in piazza Garibaldi, prima di essere riconsegnato a mamma e papà dai vigili nell'arco di pochi minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal