Sei in Archivio bozze

CARCERE

Cento detenuti in più rispetto alla capienza normale

26 maggio 2018, 07:00

Luca Molinari

La Polizia Penitenziaria celebra il suo 201esimo anno di fondazione. La solenne cerimonia si è svolta ieri mattina nella cornice della Certosa e si è aperta con l'esecuzione dell'Inno da parte del coro Voci bianche della Corale Verdi e del coro Verdi Melodie diretti da Beniamina Carretta. Samantha Mauro, comandante del reparto della Polizia penitenziaria degli istituti penali di Parma, ha quindi illustrato il grande lavoro svolto nel carcere di via Burla, ringraziando il personale. «La capienza regolamentare dell'istituto è di 468 posti – ha spiegato – ma da giugno dello scorso anno la popolazione detenuta si è attestata mediamente sulle 563 presenze, con picchi che hanno raggiunto le 586 persone. Nell'istituto sono ospitati 192 detenuti di alta sicurezza, 332 di media sicurezza ed è presente un reparto per i sottoposti al 41 bis in cui si trovano 63 persone. Dal maggio 2017 ad oggi - ha proseguito - si sono registrati 317 ingressi dalla libertà e 200 scarcerazioni e sono stati eseguiti 8 provvedimenti di espulsione e 5 di estradizione». Non solo. Da maggio 2017 ad oggi sono stati eseguiti «107 interventi a tutela della salute della popolazione detenuta, 1515 visite mediche, – ha aggiunto – sono stati impediti 16 tentativi di suicidio e gestiti 116 ricoveri». Sono quindi seguiti gli interventi del comandante dell'Istituto di istruzione di Parma, Gennaro Schiavo, del direttore della scuola di Parma, Dario Aureli e del direttore del carcere, Carlo Berdini. Quest'ultimo ha rivolto un caloroso ringraziamento a tutto il personale della Polizia penitenziaria «che assicura, con spirito di sacrificio e abnegazione, i principi previsti dalla Costituzione». La cerimonia si è chiusa con la premiazione del personale della Polizia penitenziaria che si è distinto in particolari operazioni di servizio. Nei giorni scorsi, infine, la segreteria generale del Sinappe, il sindacato nazionale autonomo Polizia penitenziaria, aveva annunciato che avrebbe disertato la festa annuale per protestare contro la temporanea chiusura della mensa ordinaria di servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal