Sei in Archivio bozze

LUTTO

Muore a 39 anni: Fidenza piange Silvia Gravati

31 maggio 2018, 07:00

Aveva solo 39 anni, Silvia Gravati e una infinita voglia di vivere per vedere crescere le sue bambine. Ma un destino crudele ha voluto stroncare la vita di questa giovane madre affettuosa e protettiva, la premurosa compagna di Giorgio Loreni, con cui conviveva da tempo.

Silvia dolce mamma di Giulia e Greta, ha lottato con tutte le sue forze, perché desiderava stare vicino alle sue creature, che erano tutta la sua vita. Non ce l’ha fatta: non vedrà diventare grandi la sue «principesse», perché una malattia crudele ha voluto portarla via in una giornata di primavera.

Era una piccola grande donna, con un cuore grande e pieno d’amore. Nei mesi del calvario ha affrontato la sofferenza con coraggio e dignità, non perdendo mai il suo dolce sorriso. Nemmeno la morte riuscirà a cancellarlo nei ricordi di chi la conosceva e le ha voluto bene. Ed erano in tanti, perché, lei, col suo carattere cordiale e solare, si era fatta benvolere da tutti, amici e colleghi di lavoro.

Era uno scricciolo di donna, ma forte e coraggiosa nell’affrontare la sofferenza.

Faceva parte della nota e stimata famiglia borghigiana dei Gravati. Dopo avere frequentato il liceo linguistico, aveva trascorso un anno in Inghilterra, quindi era stata assunta alla Parmalat e da quindici anni era alle dipendenze della Bormioli, dove lavorava come impiegata nel settore commerciale.

Nell’azienda vetraria, dove lavora anche il suo compagno, era stimata e benvoluta da tutti. Aveva un sorriso contagioso Silvia, che trasmetteva la sua gioiosa voglia di vivere.

E in città, ieri, quando si è sparsa la notizia della sua scomparsa, è calato un velo di silenzio e tristezza infinita. In tanti, in questi mesi, hanno sperato, pregato, stringendosi in un affettuoso abbraccio ai suoi meravigliosi familiari.

Il pensiero di tutti è andato alle piccole Giulia, 7 anni e Greta, 2 anni. Due bellissime bambine, dolci e gioiose come la loro mamma, che adesso veglierà su di loro dal cielo, continuando a proteggerle come ha fatto sulla terra. Silvia adorava il sole, il mare, l’estate. Intelligente, brillante, era piena di interessi e adorava viaggiare.

Ha lasciato le figlie Giulia e Greta, la mamma Paola, il padre Livio, la sorella Sara, il compagno Giorgio e uno stuolo di amici.

Il rosario sarà recitato oggi alle 19 nella chiesa parrocchiale di Cabriolo. In quella chiesetta abbarbicata sulle colline, fra il verde, che ha visto Silvia bimba felice e spensierata. Il funerale sarà celebrato domani pomeriggio alle 14,30 nella stessa chiesa parrocchiale. s.l.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal