Sei in Archivio bozze

Neviano

Da un mese nessuna traccia di Ettore

02 giugno 2018, 07:00

MATTEO FERZINI

NEVIANO

Trentuno giorni senza Ettore: è ormai precisamente da un mese che non si trova alcuna traccia, a Mozzano come nel resto del territorio, di Ettore Tarasconi, settantanovenne disperso dalla sera del 2 maggio. Questo nonostante le ricerche assidue portate avanti dapprima per diversi giorni sul territorio da soccorritori ufficiali e volontari, e gli appelli che dalla famiglia sono arrivati anche ai mezzi di comunicazione nazionali.

Ettore Tarasconi, sofferente di disturbi legati all'età, è stato visto l’ultima volta nella serata di mercoledì 2 maggio a case Bodini di Mozzano, paese dove ha sempre vissuto: l’allarme per la sua scomparsa è stato dato all’alba del 3 maggio, non appena la moglie e il figlio si sono accorti che non era rientrato. Da allora sono iniziati giorni di ricerca palmo a palmo non solo a Mozzano e nel resto del nevianese, che hanno visto mobilitati Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, Croce Rossa, Protezione Civile, Assistenza Pubblica, Carabinieri e unità cinofile specializzate, per un totale di circa 200 unità impegnate nella ricerca.

Ai soccorsi ufficiali si erano poi aggiunte decine di volontari dalle diverse frazioni del nevianesi, che hanno continuato a battere il più possibile il proprio territorio anche dopo che le ricerche degli esperti, una volta cadute alcune piste giudicate inizialmente attendibili, avevano dovuto sospendere le operazioni.

E a un mese da quella sera del 2 maggio di Ettore non vi è ancora traccia, né un indizio che faccia supporre dove possa essere. Nel frattempo il volto e la storia di Ettore hanno fatto anche il giro della tv nazionale e della Rete, grazie al programma Rai “Chi l’ha visto?”. Segnalazioni di avvistamento sono giunte anche da fuori regione, ma senza esito. Il figlio di Ettore, Massimo, e il resto della famiglia del settantanovenne mozzanese continuano nella ricerca, e ad esortare amici e conoscenti a non rinunciare a capire dove Ettore possa essere.

L’invito e la raccomandazione rimangono, come da un mese a questa parte, quelli di avvisare i Carabinieri al numero 112 in caso di avvistamento o sospetto tale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal