Sei in Archivio bozze

PARMA

Caso Tep, lo sfogo di Belli

06 giugno 2018, 07:01

LUCA MOLINARI

«Sono arrabbiatissimo, ma fiducioso. Ci sono delle indagini in corso e quando saranno concluse, il gip deciderà se archiviare o procedere. Ho appreso che mi verrebbe contestato il reato di turbativa d’asta in concorso, ma l’unico realmente turbato al momento sono io». E’ un vero e proprio sfogo quello di Pierdomenico Belli, amministratore unico di Smtp (Società per la mobilità e il trasporto pubblico), coinvolto - assieme ad altre nove persone - nell’inchiesta che la procura della Repubblica di Parma ha aperto l’anno scorso dopo l’esposto presentato da Tep, in seguito all’esito della gara per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale. Una gara che l’azienda di trasporti parmigiana aveva inizialmente perso in favore di Busitalia-Autoguidovie, salvo poi vedere annullata la gara dal Tar. Belli è intervenuto sulla vicenda ieri mattina (così come il presidente della Tep Antonio Rizzi) a margine di una conferenza stampa sugli abbonamenti agevolati.

«Abbiamo ricevuto la comunicazione della proroga delle indagini preliminari - ha dichiarato Rizzi - e, per la prima volta, siamo venuti a conoscenza dell’entità di questa inchiesta, sia per quanto riguarda le persone coinvolte sia per quelli che sono i capi di imputazione. E’ innegabile però, che un eventuale rinvio a giudizio sarebbe inquietante, perché confermerebbe i dubbi da noi espressi in varie sedi».

Belli ha invece spiegato di non aver ancora ricevuto informazioni in merito all’indagine. «Apprendo dal presidente di Tep che ha ricevuto notizie dal pm. Io invece non ho ricevuto nessun tipo di comunicazione sull’inchiesta. Mi chiedo se una persona debba venire a conoscenza di informazioni che la riguardano tramite i mezzi stampa; francamente mi sfugge la ratio. Penso sia inaccettabile in un Paese normale». Fin qui Belli: ma in realtà va detto che già in data 30 maggio il gip ha disposto la notifica della richiesta di proroga delle indagini allo stesso Belli e agli altri indagati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal