Sei in Archivio bozze

Calcio

Parma, un milione per il Tardini

09 giugno 2018, 07:02

PAOLO GROSSI

Non è solo la squadra crociata che va rinforzata in vista della serie A. C'è anche lo stadio Tardini che per poter rientrare nei sempre più esigenti criteri dettati dall'Uefa, dalla Figc e dalle televisioni, dovrà sottoporsi a un robusto maquillage. Diciamo subito che il Parma chiederà di giocare in trasferta la prima giornata (18-19 agosto) e così avrà una settimana in più per arrivare pronto al debutto casalingo che dovrebbe essere il 25 o 26 agosto. Ecco allora i principali interventi che dovranno essere portati a termine.

SEGGIOLINI

Le più recenti normative Uefa prevedono, e non si sa neppure bene perché, che i seggiolini abbiamo uno schienale di almeno 30 centimetri. Una sagoma che non aumenta granché il comfort e che rischia invece di rendere più complicato un rapido deflusso in caso di emergenze. Fatto sta che di seggiolini a norma il Tardini ne ha circa 8.000 su 22.000. Gli altri 14.000 andranno acquistati ex novo e installati con conseguente smontaggio e smaltimento dei vecchi.

TERRENO DI GIOCO

Il prato del Tardini quasi certamente verrà rizollato. L'ultima volta è successo cinque anni fa. In più si aggiunge la necessità di mettere a dimora il cosiddetto «riscaldamento» cioè un sistema di serpentine che impedisca al terreno di gelare in inverno. La Figc lo pretende da tutti i club a nord di Firenze ma le neopromosse hanno diritto a un anno di deroga. Solo che, rifacendo adesso il prato, il club sta pensando di adeguarsi subito per non rischiare di dover buttar per aria il manto l'anno prossimo. Questo è l'unico intervento procrastinabile.

FIAT LUX

Poi ci sono i desiderata, in realtà veri e propri ordini di servizio, delle tv, che sono poi quelle che mantengono il «circo», L'impianto di illuminazione andrà potenziato addirittura di 600 lux per agevolare le trasmissioni in 4K. Verranno installati su ogni torre-faro corpi luce a led (in totale almeno una sessantina) ad integrare le lampade esistenti. La tecnologia a led non punta solo al risparmio energetico (con quel che costano, sulla base dell'attuale consumo di una gara ogni tanto, occorrerebbero lustri par ammortizzare la cifra), ma anche a rendere il carico sopportabile per le centraline in uso allo stadio.

ZUPPA DA UN MILIONE

Si dovranno poi installare le telecamere della goal-line tecnhology (il gol-non gol per intenderci) e adeguare alcuni locali all'utilizzo della Var, con connessione attraverso la fibra ottica. Insomma, alla fine della fiera risulta una zuppetta da, euro più euro meno, un milione: il benvenuto della serie A al Parma...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal