Sei in Archivio bozze

LUTTO

Ravasi, il bancario tifoso di calcio

10 giugno 2018, 07:00

GIAN LUCA ZURLINI

Una persona schiva di cacarattere che però si era fatta conoscere e apprezzare da tantissimi parmigiani sia nel lavoro che nel suoi impegni extralavorativi.

Giancarlo Ravasi, morto nei giorni scorsi a 84 anni, era l'espressione della parmigianità più vera, intesa anche nel senso della generosità e nella città dove era nato ha vissuto per tutta la sua vita. Subito dopo avere completato gli studi, completati anche grazie ai sacrifici dei genitori, aveva subito trovato un lavoro in banca, a quel tempo un impiego fra i più ambiti. E nel lavoro, come nella vita con l'adorata moglie Mina, con cui il matrimonio è durato 54 anni, è stato un fedelissimo: per oltre 35 anni, fino alla pensione è rimasto alle dipendenze della Banca del Monte di Parma dove ha fatto un’ottima carriera ricoprendo diversi ruoli di responsabilità crescente fino a diventarne il direttore.

Fino a pochi anni fa era ancora pienamente attivo, ma a provarlo è stata la scomparsa della moglie due anni e mezzo fa. Una morte dalla quale Ravasi non si è mai pienamente ripreso e che lo ha provato fino a portarlo alla morte. Dal loro lungo matrimonio sono nati tre figli, ai quali era molto legato: Raffaella, che lavora alla Barilla ed è sposata con Luca, Rosanna, insegnante e sposata con Christian e Giuseppe, commercialista di professione, sposato con Roberta e con una figlia, Aurora, di 12 anni, che il nonno adorava. Giuseppe è noto tra gli sportivi di Parma per la sua lunga carriera di calciatore che lo ha portato a giocare anche a livelli professionistici dopo essere cresciuto nel vivaio del Parma. E proprio di questa carriera papà Gianfranco era particolarmente orgoglioso, tanto da non aver praticamente mai perso una gara del figlio. Per un breve periodo Gianfranco Ravasi è stato anche socio Panathlon e per oltre 30 anni ha militato nelle file della storica società di calcio dell'Aurora, prima come dirigente e poi a lungo come vicepresidente.

Era anche un fedele lettore della Gazzetta da oltre 60 anni. E dopo essere andato in pensione era per lui un vero e proprio «rito» andare in edicola al mattino per acquistare il quotidiano della sua città. Grande tifoso del Parma è riuscito a gioire anche per il ritorno in A dei crociati.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal