Sei in Archivio bozze

BILANCIO

Salso calcio, è dei tanti giovani il «miracolo» dell'Eccellenza

25 giugno 2018, 07:00

Era il 2 maggio 2010 quando un salsese, il capitano Giancarlo Guarini, sancì, con un suo gol in quel di Marzolara, la vittoria dell'Asd Salsomaggiore nel campionato di Promozione. Il presidente Giancarlo Granelli, già da otto anni alla guida della società, raggiante affermò: «Abbiamo coronato il sogno dell'Eccellenza, ora dovremo fare in modo di rimanerci!».

E così è stato: il 13 maggio 2018, sul campo di una Fidentina partita con ben altre ambizioni e quindi favorita dal pronostico, i salsesi compiono l'impresa e si confermano in Eccellenza: vittoria per 1-0 nello spareggio play-out e conseguente permanenza al massimo livello del calcio dilettantistico regionale.

La squadra termale sembra proprio essere ormai avvezza a queste sfide, «la regina» dei play-out, fase che ha dovuto fronteggiare spesso in questi anni e sempre con esito felice. A differenza del 2010, Guarini e Ghia unici locali, ora sono quasi tutti salsesi, giovanissimi, anche senza grande esperienza, ma con una determinazione ed un entusiasmo, uno spirito battagliero ed un animo incredibili, insomma un grande gruppo. E proprio miscelando sapientemente queste qualità con la parte tecnica, i preparatori Gigi Corbellini e Maurizio Bonati, hanno supportato il lavoro meticoloso e di prim'ordine, anche dal punto di vista psicologico, del mister Vittorio Bazzarini, regalando un risultato straordinario ai tifosi gialloblù ed alla società intera.

Spareggio a parte, 39 i punti realizzati nelle 34 gare di campionato, di cui ben 23  in trasferta, con brillanti vittorie su campi importanti come Agazzano, Bagnolo e Rolo. Al di là di queste statistiche, a tutti i ragazzi, età media della squadra di poco superiore ai 21 anni, alla società, un bilancio ben diverso da quello di tante avversarie, al settore giovanile, che si sta confermando come uno dei più forti e strutturati della provincia, vanno dunque indirizzati gli applausi e gli stimolanti incitamenti di quella tifoseria gialloblù che, a Fidenza, ha saputo essere il vero e proprio dodicesimo uomo in campo con il proprio entusiastico sostegno: tribuna del Ballotta stipata in ogni ordine di posti e massiccia presenza della Scuola Calcio guidata dal presidente Francesco Ramponi.

Possiamo sicuramente affermare che la Salso calcistica, in questa occasione, è tornata a sentirsi una comunità. Occorre ora proseguire in un cammino - ne sono convinti i responsabili della società - che possa portare a risultati anche più importanti, ma soprattutto permetta di continuare a sostenere, valorizzare e gratificare il vivaio locale, un serbatoio sul quale, da qualche tempo, si sono indirizzate considerevoli attenzioni e che rappresenta ormai la certezza assoluta di continuità e di attaccamento ai colori sociali, così come insegna, fin dalle sue origini, la storia del calcio salsese raccontata dal presidente onorario Giancarlo Rocca, insieme con l'amico Romano Zanlari, nel libro «Salsomaggiore un secolo di calcio».

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal