Sei in Archivio bozze

Promessa

Cancello, campione d'Italia con l'Inter

27 giugno 2018, 07:00

MARCO BERNARDINI

Nell'Inter Under 16 neocampione d'Italia, 3-0 in finale alla Juve di Simone Barone, figura anche un ragazzo di casa nostra: si tratta di Rosario Cancello, nato a Napoli ma parmigiano d'adozione, cresciuto tra le fila dell'Inter Club Parma prima di approdare alla Reggiana e da lì spiccare il volo verso Milano e una carriera promettentissima. Ultimo di cinque fratelli tutti con un passato o presente da calciatori, il padre Salvatore giocò nelle giovanili del Napoli assieme ad un certo Fabio Cannavaro, Rosario, classe 2002, ricopre il ruolo di attaccante centrale e pur non segnando nell'atto conclusivo ha dimostrato ancora una volta di possedere doti atletiche e fisiche non indifferenti che nei mesi scorsi lo avevano portato ad indossare la maglia della Nazionale Under 15, otto presenze e tre reti il suo score, e dell'Under 16 sotto la guida del ct Zoratto.

Una gioia equiparabile alla fresca conquista dello scudetto da imbattuti nel segno del numero 9 nerazzurro già capace di debuttare tra i più «grandi» e di segnare nella tournée in Cina andata in scena nel mese di aprile. «E' stata una bellissima annata, abbiamo meritato di vincere il campionato -afferma Cancello, autore di tredici gol nonostante sia rimasto fermo ai box un mese e mezzo causa infortunio- credo di esser migliorato molto rispetto alla scorsa stagione, devo ringraziare mister (Gabriele Bonacina) e compagni che mi hanno sempre messo a mio agio».

Tifosissimo del Napoli e preso dall'Inter, via Reggiana, nell'estate del 2016 ha un modello ben preciso al quale ispirarsi e le idee chiare sul proprio futuro. «Mi piace tanto Harry Kane, il più completo per fisico e tecnica: spero possa laurearsi capocannoniere dei Mondiali. Il mio sogno? Vorrei restare a lungo all'Inter e chissà arrivare un giorno ad esordire in prima squadra». Senza mai dimenticare le sue origini tanto che spesso e volentieri torna dalla sua famiglia a Parma. «Conservo uno splendido ricordo di quei primi anni all'Inter Club, sono stati fondamentali per la mia crescita e sento ancora alcuni ragazzi che giocavano assieme a me».

Orgoglioso il presidente dell'Inter Club Parma, Giuseppe Pizzati, che vanta da sempre un canale preferenziale con la casa madre di Milano. «Si vedeva fin da subito che avrebbe potuto fare molta strada, ci fa enormemente piacere si stia mettendo in evidenza in uno dei club professionistici più importanti e blasonati d'Italia. Lui e Adorante (punta della Primavera dell'Inter recente vincitrice dello scudetto) dimostrano la bontà del nostro lavoro non solo sul piano prettamente tecnico ma anche su quello educativo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal