Sei in Archivio bozze

Soragna

Raid a scuola, denunciati 4 giovani del paese

30 giugno 2018, 07:00

Raid a scuola, denunciati 4 giovani del paese

MICHELE DEROMA

SORAGNA Ennesimo atto vandalico ai danni del complesso scolastico di Soragna: a compierlo sono stati quattro giovani del paese, di età compresa tra i 25 e i 16 anni, incastrati dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nelle vicinanze della scuola e pertanto segnalati alle procure competenti.

I quattro – un maggiorenne di nazionalità marocchina e tre minorenni, tutti italiani – hanno inizialmente forzato l'ingresso del sottoscala della scuola media «Cesare Battisti», riuscendo ad introdursi all'interno dei sotterranei del complesso, da dove si sono portati via una scatola contenente una porta da calcetto. Ma i quattro giovani non si sono fermati qui: si sono infatti spostati verso le finestre dello spogliatoio della palestra della scuola - utilizzata sia dagli studenti della media che dagli alunni dell'adiacente elementare «Riccio da Parma» - e sono successivamente penetrati anche al suo interno, dopo averne forzato le inferriate.

I vandali hanno successivamente raggiunto la macchinetta distributrice di bevande, situata nei corridoi della scuola, e l'hanno scassinata, procurandosi un bottino di trenta euro.

Ben più consistente, invece, la conta dei danni compiuti dai quattro giovani alla struttura scolastica: circa duemila euro.

Le indagini sul furto sono state condotte dal locale comando dei carabinieri, in collaborazione con la polizia municipale di Soragna, che ha acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate sul retro dell'edificio scolastico e in via Vittorio Veneto: gli autori dei reati sono stati così subito individuati e condotti in caserma. Messi alle strette dagli uomini dell'Arma, coordinati dal comandante Claudio Gaballo, i quattro non hanno potuto fare altro che confessare quanto da loro compiuto. Tra di loro, il 25enne maghrebino e unico maggiorenne - già noto alle forze dell'ordine per aver compiuto reati similari - è stato segnalato alla procura di Parma, mentre per gli altri tre italiani è scattata l'identica denuncia alla procura per i minorenni di Bologna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal