Sei in Archivio bozze

Alloggi popolari

Scarafaggi, in via Buffolara scatta la disinfestazione

30 giugno 2018, 07:00

Scarafaggi, in via Buffolara scatta la disinfestazione

LAURA FRUGONI

Com'è stato il day after nel condominio infestato dagli «scarrafoni»?

«Qui adesso è un cimitero», ironizzava ma non troppo la figlia della signora Renata, la pensionata 78enne (abita nel palazzo da sessant'anni) che l'altro giorno aveva lanciato l'allarme alla Gazzetta dalla palazzina Acer di via Buffolara. Conferma che venerdì pomeriggio i disinfestatori erano entrati nell'appartamento al quarto piano (lasciato domenica scorsa da una famiglia a cui è stato assegnato un altro alloggio popolare a Corcagnano) da cui usciva la spaventosa e incessante processione di scarafaggi.

Un intervento con le «armi pesanti»: «Ci hanno detto che per 24 ore l'appartamento deve restare chiuso». Anche la scala esterna del palazzo è stata ripulita: inevitabile l'effetto cimitero, ma sempre meglio di quel che c'era prima.

«E' stato un intervento massiccio - conferma il direttore dell'Acer, Italo Tomaselli - credo che in questo caso ci troviamo di fronte a una situazione straordinaria, che arrivava proprio da quell'alloggio chiuso».

Resta da capire da dove sia scaturita questa micidiale invasione («pensiamo che vengano dalle fognature»), ma adesso non è più tempo di farsi domande. Bisogna agire: «Ci hanno chiamato anche dalla scala di fianco: interverremo anche lì».

L'edificio Acer di via Buffolara è composto da tre numeri civici: oltre al 45 (la palazzina infestata) ci sono il 41 e il 43. «Abbiamo messo i cartelli fuori nel palazzo a fianco, domani (oggi per chi legge, ndr) procederemo alla disinfestazione nelle parti comuni e anche all'interno degli appartamenti dove gli inquilini daranno il permesso. Poi passeremo al terzo palazzo».

Vista la situazione straordinaria, Tomaselli assicura che l'Acer si accollerà tutte le spese. Ma come avviene la disinfestazione? «Abbiamo una convenzione con una società privata: utilizzano un nebulizzatore a bassa pressione, che viene depositato a terra e negli scarichi». Chi abita negli appartamenti dove viene fatto il trattamento anti-scarafaggi non deve accamparsi troppo a lungo fuori nell'attesa: «Il prodotto asciuga in un quarto d'ora».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal