Sei in Archivio bozze

La banda delle scuole

Gli «Invisibili» sono tornati al Bertolucci e al Palamagik: distrutti armadietti e macchinette

11 luglio 2018, 07:03

Gli «Invisibili» sono tornati al Bertolucci e al Palamagik: distrutti armadietti e macchinette

Mara Varoli

Vandali ancora in azione. La banda delle scuole ha colpito anche la scorsa notte nella zona di via Toscana. E ha preso di mira il liceo scientifico Bertolucci e nuovamente, per la terza volta in 10 giorni, il Palamagik, la grande palestra che si trova proprio tra il liceo e l'Itis Leonardo da Vinci. Il risultato? Tre distributori di merendine sfasciati e 5 armadietti completamente distrutti. La firma è sempre la solita: una parola scritta sui muri che tanto somiglia a «Da Ade», gli invisibili.

«Erano circa le tre - tre e mezza della notte tra lunedì e martedì quando è scattato l'allarme - racconta il preside del liceo Bertolucci Aluisi Tosolini -. Gli uomini della vigilanza ci hanno avvertito e subito siamo venuti a scuola. La polizia è arrivata subito dopo. La banda è entrata dalla porta dell'Itis Leonardo da Vinci, nel quadrante interno, esattamente come l'altra volta. All'Itis non ha fatto danni, anche perché nelle precedenti visite aveva già distrutto tutto quello che c'era da distruggere. Al Bertolucci, invece, quest'anno era la prima volta che i vandali entravano in azione. Già nell'agosto dello scorso anno però erano riusciti a entrare 4 volte e oltre a rompere tutte le porte degli uffici, avevano buttato all'aria l'ufficio alunni, come se cercassero qualche documento. Inoltre avevano rubato 300 euro e una videocamera».

Così come è accaduto in altre scuole, la banda si è diretta verso le macchinette delle merendine e delle bevande e ha sfasciato tre distributori al piano interrato: «I vandali hanno rubato le monetine - ha proseguito Tosolini - in realtà, non c'erano molti soldi, anche perché in questi giorni al liceo non c'è quasi più nessuno, per cui si sono portati via 60 euro circa e cioè la moneta per il resto. Mentre le merendine e le bevande sono rimaste al loro posto». Vandalismi seriali che ormai hanno colpito tutte le scuole del territorio e di ogni ordine e grado. Vandalismi compiuti da una banda che ogni volta o quasi ripete sempre le stesse mosse. Ma, fortunatamente, le telecamere della scuola hanno funzionato. E i video sono stati consegnanti alla polizia. Ma cosa si vede nei filmati? «Sembra che la banda sia la stessa che è entrata anche all'istituto Rondani e all'Itis da Vinci - ha riposto Tosolini -. E cioè ragazzi sui 17-18 anni di età con bermuda, uno con i pantaloni bianchi, e le felpe con i cappucci calati sul viso. Questa volta però non siamo riusciti a capire se era presente anche il ragazzo che solitamente indossa una maschera bianca. In tutto erano in tre o in quattro».

Anche Davide Malinverni è molto demoralizzato, il presidente della Magik: «Abbiamo bisogno di aiuto - ha confessato -. La scorsa notte sono tornati a finire il lavoro: è la terza volta in 10 giorni e la quarta in un anno che entrano al Palamagik e le porte devono essere messe in sicurezza. E' un disastro. Non sappiamo più cosa fare. Anche questa volta hanno aperto la porta antipanico. E se lo scorso fine settimana hanno distrutto i distributori di merendine, forzato le porte, questa volta hanno devastato tutti gli armadietti in uso alla scuola. Fortunatamente gli uffici della Magik erano vuoti: per precauzione abbiamo portato via i pc e le macchinette, anche perché ogni distributore di merendine costa almeno 3mila euro. E ogni volta la banda si firma con una scritta sui muri».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal