Sei in Archivio bozze

Traversetolo

Assalto al negozio di biciclette

14 luglio 2018, 07:01

Assalto al negozio di biciclette

BIANCA MARIA SARTI

TRAVERSETOLO Nel mazzo di chiavi che Paolo Garulli utilizza per andare a lavorare nel suo negozio di bici ci sono ben 14 chiavi. Servono per aprire cancelli a doppia serratura, lucchetti, porte, cancelli interni: una serie impressionante di barriere che, purtroppo, non hanno impedito ai ladri di colpire e rubare ancora una volta all’«Ultimo Kilometro» di Mamiano. «Ci si sente in prigione» commenta Garulli amareggiato.

Questo, avvenuto nella notte fra giovedì e ieri, è il terzo furto, senza contare una serie di furtarelli minori e tentativi di furto subiti negli anni.

«Erano da poco passate le 3 di giovedì notte – racconta il titolare – quando ci ha svegliato l’allarme, collegato al cellulare. Siamo corsi al negozio, ed era già arrivata un'auto dell’Ivri; poco dopo sono arrivati anche i Carabinieri di Parma».

I ladri si erano già dati alla fuga. «Con una saldatrice hanno fatto colare le inferriate esterne – spiega Garulli – poi hanno tagliato i cardini del cancello interno e hanno sfondato la porta a vetri. Appena entrati è scattato il nebbiogeno, quindi avranno preso quel che riuscivano in meno di un minuto. Sono sparite tre bici: due mountain bike con pedalata assistita e una mtb in carbonio piuttosto costosa. Credo fossero in quattro al massimo, comunque abbiamo consegnato le riprese delle videocamere di sicurezza ai Carabinieri che sono stati molto disponibili e stanno lavorando».

Garulli è convinto che si tratti di una banda specializzata. «Questo – spiega Paolo - è il terzo furto a negozi di bici in una settimana nella provincia di Parma: lunedì notte hanno colpito a Noceto, mercoledì hanno tentato a Felino e giovedì notte è toccata a noi». Anche il modus operandi è differente rispetto alle altre volte. «Il primo furto lo abbiamo subito 5 anni fa – ricorda Garulli – fu una grossa spaccata seguita da una scia di furtarelli, almeno cinque, avvenuti nell’arco di 26 giorni dalla spaccata. Nel frattempo abbiamo potenziato i sistemi di sicurezza, ma a distanza di 4 anni dal primo furto sono tornati e, con due trattori, hanno letteralmente stracciato i cancelli e portato via tutto. Da allora abbiamo fatto chiudere il passaggio pedonale con dei blocchi di cemento da 25 quintali cadauno, ma hanno trovato il modo di rubare lo stesso».

Garulli ha speso decine di migliaia di euro per trasformare il suo negozio in un piccolo bunker, ma oggi, con il suo mazzo pesante di chiavi in mano, si sente indifeso. «La delusione, l’amarezza, la frustrazione stanno prendendo il sopravvento sulla passione – commenta il titolare – quella passione che mi ha fatto aprire Ultimo Kilometro e che ci ha fatto affrontare tanti sacrifici in questi anni. Perché paghiamo le tasse e non siamo tutelati? Mi chiedo che senso ha resistere così, con il terrore di essere svegliati in piena notte dall’allarme».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal