Sei in Archivio bozze

FIDENZA

In arrivo 21 profughi, 8 in meno del 2017

14 luglio 2018, 07:00

In arrivo 21 profughi, 8 in meno del 2017

«I nodi vengono al pettine: la Prefettura ha di recente aggiudicato il bando per l'accoglienza di richiedenti asilo e tra i Comuni ai quali sono assegnati profughi compare anche Fidenza, alla quale ne sono toccati 21. Di nuovo i fatti hanno smentito il sindaco, che solo qualche settimana fa aveva sollevato un inutile polverone dicendo dove i presunti profughi non sarebbero stati ospitati». Lo scrive in una nota Francesca Gambarini, capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Fidenza. Ma non tarda la replica dell'amministrazione comunale.

«Ringraziamo la consigliera Francesca Gambarini - si legge in una nota del Comune - perché, sbagliando completamente la notizia, permette all’amministrazione comunale di ricordare ai nostri concittadini che non solo non avremo 21 nuovi migranti nelle strutture private, ma riduciamo la loro presenza in città».

«Da 29 presenze assegnate dalla Prefettura col bando 2017, passiamo a 21 presenze col nuovo e più recente bando (del 29 giugno, non di un secolo fa). Presenze così ripartite: 17 in capo all’associazione Talita Kum Onlus (legale rappresentante Don Mauro Ghidini) e 4 in capo alla Cooperativa sociale Xenia (del signor Gian Paolo Orlandelli e della signora Sabrina Corradi)».

«Quindi: nessuna macchinazione, nessuna manovra occulta. Tutti gli atti della Prefettura sono on line, la stessa Gambarini li ha potuti consultare agevolmente, anche se mai scopriremo se gli errori così madornali in cui inciampa nascono da una sua lettura svogliata dei documenti o dal desiderio di gettare fango nel ventilatore».

«Peraltro - continua il documento - l’occasione ci è gradita per ricordare alla consigliera che la struttura su cui si scatenò esattamente il 7 luglio 2017 – l’ex Ariston – è stata chiusa dalla Prefettura. I 24 profughi in questione non staranno più qui».

«Anche se la consigliera non ce lo chiede, glielo diciamo noi: questa amministrazione ha sempre detto di preferire al modello altamente speculativo dell’accoglienza in capo ai privati, la soluzione del modello pubblico Sprar (il Servizio Protezione e Accoglienza Rifugiati, che ospita solo per un periodo limitato di tempo rifugiati realmente certificati dallo Stato come tali, documentando al centesimo tutte le spese). Coerentemente con questo impegno, la presenza nelle strutture private si è ridotta e funziona bene lo Sprar pubblico, grazie al supporto del Ministero dell’Interno».

«In totale - si chiude la nota -, tra strutture private e Sprar i profughi presenti a Fidenza sono 53. Esattamente 21 in meno rispetto ai numeri ufficiali e corretti che certificammo nel luglio 2017. Esattamente il 52% in meno rispetto alla quota di 110 unità fissata dagli accordi tra Anci e Ministero».

In serata controreplica della Gambarini al sindaco Andrea Massari: «Appare chiaro che il sindaco non voglia assolutamente parlare dell'argomento, dato che la sua replica piena di odio e livore parla di tutt'altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal