Sei in Archivio bozze

Santa Maria del Taro

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

17 luglio 2018, 07:00

Addio a Elisa Bottini, scomparsa a soli 37 anni

GIORGIO CAMISA

SANTA MARIA DEL TARO Domenica mattina poco dopo le 10 è scomparsa improvvisamente a 37 anni nella propria abitazione di via Fieschi Elisa Bottini, a trovarla il papà Franco rientrato a casa dopo aver cercato inutilmente di contattarla telefonicamente. Papà Franco ed Elisa avevano fatto colazione insieme poi erano usciti: lui per un appuntamento di lavoro, lei per la solita camminata e per far la spesa, poco dopo la disgrazia.

Una tragedia che ha ammutolito Santa Maria del Taro, la notizia si è diffusa in pochissime ore a macchia d’olio generando dolore e sconforto non solo nella frazione del comune di Tornolo che confina con la Liguria, ma anche in tutta la vallata dove la famiglia Bottini è conosciuta ed apprezzata.

Una lenta processione di gente incredula e addolorata è salita ieri da via Fieschi verso la villetta dei Bottini per rendere omaggio a questa vita spezzata ed abbracciare il papà Franco distrutto dalla sofferenza.

Elisa era nata il 15 ottobre 1980, le scuole elementari e medie e poi il diploma all’istituto commerciale di Borgotaro.

A 13 anni, nel 1994, dovette affrontare la scomparsa della mamma Graziella, stroncata da una brutta malattia quando aveva solo 38 anni. Elisa, da quel momento, è rimasta sola con il papà Franco con il quale aveva instaurato fin da subito un rapporto fortissimo: con lui condivideva ogni momento della sua vita.

Elisa era una ragazza solare, gentile e disponibile che seguiva la parte amministrativa della rivendita magazzino di laterizi e ferramenta del papà e dello zio. Nel 2002 partecipò e vinse un concorso alla Comunità montana valli Taro-Ceno e fu assunta.

Elisa si sentiva realizzata, aveva trovato un lavoro giusto ed un posto sicuro, prima del trasferimento all’Unione dei Comuni, per poi diventare dipendente regionale addetta all'elaborazione di progetti agricoli.

«Elisa era veramente una ragazza speciale, seria e disponibile, ha commentato Maria Cristina Cardinali, sindaco di Tornolo e presidente dell’Unione dei Comuni valli Taro-Ceno. Sempre attiva e presente al suo posto di lavoro che amava. Era un modello per tutti»

«Elisa era davvero una donna speciale, legatissima al papà Franco con il quale condivideva problemi, soddisfazioni e progetti, era casa e famiglia», dicono di lei le amiche. Non aveva hobby particolari se non quello di concedersi una camminata mattutina lungo i sentieri del letto del fiume Taro. Era un’appassionata di cucina e con le sue mani d’oro sapeva preparare delle cene speciali che poi serviva a padre. Nelle giornate di festa condivideva i suoi prelibati piatti con i suoi parenti.

I funerali della 37enne si svolgeranno oggi pomeriggio alle 16 partendo dall’abitazione di via Fieschi per la chiesa parrocchiale di Maria Bambina. Il rito sarà celebrato da don Ferdinando Cherubin, mentre la salma della donna sarà tumulata accanto alla mamma Graziella ed ai suoi cari.

Elisa lascia papà Franco, gli zii Franco, Dante, Maria Angela e Rosanna, oltre ai cugini, i parenti ed una comunità che la ricorderà per la sua dedizione alla casa e al lavoro.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal