Sei in Archivio bozze

NEL BICCHIERE

E' nata Prope di Angelica Velenosi ovvero il Cerasuolo d'Abruzzo

di Andrea Grignaffini -

24 luglio 2018, 11:54

E' nata Prope di Angelica Velenosi ovvero il Cerasuolo d'Abruzzo

Una novità nel mondo del vino: nasce Prope, una nuova gamma di vini in terra abruzzese, prodotta dall’estro e dalle indomita passione enoica di Angela Velenosi. Un’azienda in rosa che rappresenta in Italia e nel mondo i vini marchigiani e da oggi anche una linea di vini abruzzesi con l’avvento di Prope, il cui nome deriva dal latino «vicino a» in quanto le vigne sono collocate a Controguerra a un tiro di schioppo da Ascoli.
Una signora del vino nelle cui vene scorre soprattutto il Montepulciano d’Abruzzo già da quando piccolissima seguiva il nonno nelle sue elucubrazioni su questo vino identitario di un territorio unico ed ineguagliabile. Così dal 1975, la patronne dell’azienda attraverso un lavoro capillare di vendemmie, di prove e riprove in vigna e in cantina è diventata promotrice di questa territorialità vitivinicola marchigiana. Ma raggiunti questi traguardi ecco che si affacciano altri desideri come quella di procacciarsi alcuni terreni in Abruzzo. Così il sogno si realizza con l’acquisizione di 15 ettari in località Controguerra, un terroir ideale per le sue caratteristiche organolettiche di argilla, sabbia e limo aiutati da resti di fondali oceanici che rendono questi vini ricchi di naturale salinità. Un tenuta sui 264 metri di altitudine tra mare e monti, che si snoda tra dolci declivi permettendo alle vigne di beneficiare di una lunga esposizione solare influendo positivamente sulla maturazione delle uve con la produzione di vini di qualità determinata anche da pratiche agronomiche che favoriscono la biodiversità in tutti i vari processi di lavorazione in vigna e in cantina.
E «dulcis in fundo» ci soffermiamo sull’etichettatura ad opera di un quotato pittore locale che ha saputo coniugare il proprio «Io malinconico» al volo nello spazio dei propri Angeli Ribelli. Il Cerasuolo d’Abruzzo gioca su piccoli frutti rossi e florealità lievi e ammiccanti, la bocca è sapida, lineare con note femminili suadenti.