Sei in Archivio bozze

NOCETO

Elisa e Giacomo, viaggio di nozze tra gli indios

29 luglio 2018, 07:01

Elisa e Giacomo, viaggio di nozze tra gli indios

LUCA MOLINARI

NOCETO Il viaggio di nozze di Elisa e Giacomo Brigati? Tre settimane in Brasile con il Gruppo Mission.

I due giovani si sono sposati il 2 giugno a Noceto e al posto della tradizionale luna di miele hanno scelto di vivere una esperienza di servizio a fianco degli indios Xavante del Mato Grosso e dei missionari laici parmigiani Paolo Finardi e Alessandro Calidoni.

Giacomo Brigati ha 27 anni e lavora come tecnologo alimentare per un'azienda di Sala Baganza. Elisa Pambianchi ha 28 anni ed è maestra alla scuola dell'infanzia parrocchiale di Noceto. I due partiranno per il Brasile mercoledì assieme ad altri sette giovani del Gruppo Mission e a don Corrado Vitali.

«Sono tanti anni che desideriamo vivere una esperienza di missione – confida Elisa – Dopo averne parlato assieme ci siamo decisi a provare, anche per iniziare il nostro matrimonio in modo diverso, mettendoci al servizio degli altri».

Elisa è entrata in contatto con il Gruppo Mission grazie a internet.

«Stavo cercando una realtà del nostro territorio che promuove questo tipo di esperienze e così, anche grazie a un'amica, sono arrivata al Gruppo Mission. Ci è stato proposto di andare in Albania, India o Brasile. Essendo di Noceto, una realtà da sempre legata agli indios del Mato Grosso e alla figura di Federico Toscani (il laico parmigiano scomparso a 66 anni che ha dedicato la sua vita alla missione - ndr), abbiamo scelto il Brasile». Anche Giacomo ha deciso di cogliere la palla al balzo. «Ci siamo detti, se non ora quando? E' stata una naturale conseguenza della nostra decisione di sposarci. Non si tratta di una scelta alternativa al viaggio di nozze, ma di un'esperienza che ci aiuterà a vivere la nostra quotidianità con una prospettiva nuova».

In famiglia sono rimasti quasi tutti sorpresi da questa scelta controcorrente. «E' vero – osservano – i soldi per questo viaggio li potevamo usare per una ben più rilassante vacanza al mare, ma abbiamo pensato che da questa esperienza potevamo ricevere molto di più. Saranno tre settimane piene e stancanti, ma siamo certi che torneremo a casa cambiati, diversi. Quando dovevamo decidere ci siamo detti: facciamolo, ci può fare soltanto bene».

I due sposi non sanno ancora quali attività svolgeranno durante l'esperienza in missione. «Sappiamo a grandi linee quello che faremo, ma siamo convinti che questo viaggio ci aiuterà a cambiare il nostro sguardo sulla vita, a comprendere cosa è realmente essenziale. L'unica paura è che dopo il ritorno tutto svanisca velocemente, risucchiato dalla quotidianità. Come coppia ci aiuteremo a vicenda a tener vivo questo germoglio nella nostra nuova famiglia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal