Sei in Archivio bozze

TRAVERSETOLO

Lascia un patrimonio alla casa di riposo

29 luglio 2018, 07:00

Lascia un patrimonio alla casa di riposo

BIANCA MARIA SARTI

TRAVERESTOLO «Grazie a un benefattore che ha lasciato la propria eredità a Villa Pigorini Grossi, la Casa protetta e residenza per anziani potrà affrontare l’importante spesa per il miglioramento sismico della struttura, che sarà realizzato con una nuova tecnologia brevettata, utilizzata per la prima volta nel territorio parmense. Venerdì è stato presentato il progetto che, oltre al miglioramento sismico, prevede altri lavori accessori per un totale di 950 mila euro: il cantiere si aprirà nella primavera 2019 per concludersi entro un anno circa. Senza la generosità di Giorgio Colla non avremmo potuto affrontare una simile spesa».

Con un grazie da parte del direttore Giampiero Tonello si è aperto l'incontro in cui il consiglio di amministrazione della Villa ha voluto omaggiare il benefattore per la generosa donazione. Giorgio Colla, residente a Montechiarugolo, è scomparso lo scorso anno, ma la decisione si lasciare tutto alla Villa è stata maturata oltre 25 anni fa. A raccontarlo è la compagna di Colla, Milvia Mazzoli.

«Prima di rimanere vedovo, - ha raccontato Milvia - Giorgio e la moglie, Giovanna Rozzi, avevano deciso di lasciare i loro beni a una casa per anziani della provincia di Parma. Infatti non avevano eredi: erano entrambi figli unici e non avevano figli. Così, oltre 25 anni fa, avevano iniziato a visitare tutte le case di riposo della provincia, anche quella di Traversetolo dove era ospite un amico di Giorgio. Lui mi diceva sempre che la Villa Pigorini Grossi era quella che gli aveva trasmesso più affidabilità e serietà. Anche dopo la morte della moglie ha voluto tenere fede alla loro decisione, anche se nessuno di loro era mai stato ospite di una casa di riposo. Pur non essendo assolutamente credente, venendo qui ha ritenuto che la presenza della parrocchia fosse un elemento qualificante. L’ho assistito negli ultimi mesi di vita ed era convinto della sua scelta, che era stata ragionata a lungo». Così alla morte di Giorgio il consiglio del Pigorini ha ereditato 630 mila euro di liquidità oltre tre beni immobili tra Parma e Montechiarugolo.

«La donazione consentirà di coprire interamente i lavori – ha detto Tonello – grazie a questo gesto eccezionale saremo in grado di garantire la sicurezza degli ospiti in caso di sisma, senza toccare l’economia della casa». «Il miglioramento sismico – ha aggiunto Andrea Brignoli del consiglio di amministrazione, proponente della strategia progettuale – è il primo di una serie di interventi programmati per migliorare l’accoglienza degli ospiti e degli spazi».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal