Sei in Archivio bozze

FIDENZA

Un'unica società per gestire i ragazzi delle giovanili

06 agosto 2018, 07:00

Un'unica società per gestire i ragazzi delle giovanili

La libertà di giocare a calcio dove si preferisce. Fidenza insieme alla scuola calcio Team Fidenza ha messo a punto un progetto di gestione condivisa delle giovanili, ponendo al centro l'esperienza dei ragazzi e superando la normale competizione tra le prime squadre.

«Da oggi i nostri ragazzi - ha spiegato l'assessore allo Sport, Davide Malvisi - saranno liberi da vincoli rispetto ai “cartellini”, tema che troppo spesso genera tensioni perché limita la libertà di chi vuole accostarsi a questo bellissimo sport. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato con passione per questo obiettivo: il consigliere Rastelli, Luca Tassi, Daniela Macrì, Corrado Porcari e tutti i tecnici che saranno in prima linea per realizzare questo importante progetto per il calcio fidentino; ringrazio infine i presidenti della Fidentina, Gianluca Iemmi e del Borgo San Donnino, Luca Magni».

Imponente la partecipazione alla presentazione del progetto, avvenuta nella sala del Consiglio comunale. Per il sindaco Andrea Massari «insieme a tutto il calcio fidentino abbiamo dimostrato che quando il mondo dello sport si muove compatto nessun risultato ci è precluso».Luca Tassi, dirigente della scuola calcio Team Fidenza, spiega che «siamo molto contenti di questa iniziativa che investe in un progetto di qualità, che supera i confini tra le diverse squadre della nostra città. Ringrazio chi ha creduto in questa possibilità, in primis l'amministrazione comunale, i tecnici presenti che parteciperanno a questo progetto».

Ai ringraziamenti all'amministrazione comunale si sono uniti il presidente Giancarlo Rangoni e il direttore generale Daniela Macrì del Team Fidenza, sottolineando come grazie all'opera di mediazione portata avanti dal Comune «i ragazzi fino a 18 anni saranno liberi di poter giocare dove preferiscono. Ciò premesso siamo consapevoli che iniziamo con questo primo anno e dovremo avere la pazienza di gestire eventuali errori, ma la strada è tracciata ed è quella giusta». Mentre Luca Magni, presidente Borgo San Donnino e Gianluca Iemmi, presidente della Fidentina, hanno evidenziato il buon lavoro per un risultato positivo.

«Riportare i ragazzi al centro del nostro movimento giovanile è il modo migliore per svolgere appieno la nostra funzione. Il progetto è fondamentale per lo sport fidentino e di questo ringraziamo tutti coloro che si sono spesi e fra questi l'Amministrazione».In collegamento telefonico è intervenuto anche Vincenzo Pincolini, impegnato in Finlandia con la Nazionale under 19 nel campionato europeo. «Quando parliamo di giovanili – ha spiegato - parliamo di un settore cruciale per tutto il nostro calcio. Garantire un'esperienza positiva a chi si avvicina a questo sport rappresenta il miglior viatico per avere domani un vivaio dal quale attingere per lo sport professionistico. Il progetto messo in campo a Fidenza va nella giusta direzione, dobbiamo esserne tutti orgogliosi». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal