Sei in Archivio bozze

Tornolo

Le barche di Grossi sul Taro: il sogno in acqua

12 agosto 2018, 07:00

Le barche di Grossi sul Taro: il sogno in acqua

GIORGIO CAMISA

TORNOLO Ernesto Grossi, parmigiano del sasso, classe 1932, litografo in pensione è da 40 anni un villeggiante di Tornolo. Insieme ad altri amici qualche anno fa aveva fondato il Consolato Pramzan con sede a Ca' Maiò.

Era un gruppo di attenti promotori di iniziative turistico-culturale molto seguite e apprezzate. Esperto pescatore di trote, appassionato cercatore di funghi ma soprattutto bravo costruttore di sofisticati modelli aereo-navali telecomandati, Grossi nei giorni scorsi - con l'aiuto del nipote Leonardo - ha realizzato il suo sogno: quello di inaugurare nel Taro, e precisamente nel laghetto del Groppo di Tornolo, due delle sue ultime creazioni, la motonave Silvana-Adele dedicata alla moglie recentemente scomparsa e il peschereccio Pippo.

Tra la curiosità dei presenti, (pochi: Ernesto non ha fatto inviti per scaramanzia), il primo collaudo è riuscito perfettamente: le due imbarcazioni sono state messe in acqua e poi con il telecomando hanno fatto il giro del lago per poi essere richiamate a riva tra gli applausi.

Presto il varo ufficiale. Grande soddisfazione per Ernesto e per il nipote Leonardo: «Non ci crederete - ha spiegato commosso Ernesto - ma ho impiegato anni per costruire questi due prototipi e il mio desiderio era quello di vederli galleggiare nelle acque di Tornolo».

«E' dall'estate del 1978 che vengo a passare le mie vacanze qui, per me è la seconda patria, si sta bene e ora che gli anni pesano e diventa sempre più difficile risalire le correnti del fiume per pescare mi dedico a questo hobby». Ernesto ringrazia la «Gazzetta» per aver dimostrato sensibilità e interesse alla sua passione: «La Gazzetta in casa nostra non può mancare, ora che a Tornolo non abbiamo più l'edicola ogni mattina scendo a Bedonia con la mia vecchia Punto, mi metto al fresco, un paio di ore di lettura e poi via a rifinire i miei “gioielli”».

La casa di Ernesto è un piccolo laboratorio di costruzioni navali ed Ernesto si è detto disponibilissimo a presentare i suoi gioielli preferiti a tutti quanti dimostrino interesse per la sua passione modellistica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal