Sei in Archivio bozze

Allarme

Scomparso da Parma, ritrovato a Guastalla

13 agosto 2018, 07:00

Scomparso da Parma, ritrovato a Guastalla

ROBERTO LONGONI

Lo cercavano a Parma, ed era a Guastalla: disorientato e sanguinante per una ferita al volto dopo un incidente. Nella Bassa reggiana è stato trovato dopo un pomeriggio, una notte e un mattino d'angoscia un 72enne parmigiano per il quale la famiglia stava per sporgere denuncia di scomparsa. Avevano cercato ovunque, i parenti: nel quartiere in cui risiede il pensionato, tra i luoghi che frequenta, sulle strade via via più lontane. Ma nessuno lo aveva visto. Nemmeno in ospedale si era riusciti ad avere notizie su di lui. Da una parte, si era tirato un sospiro di sollievo, dall'altra ci si era preoccupati ancora di più: dov'era finito dopo essere uscito di casa nella tarda mattinata di giovedì? Partito al volante del proprio sulky, l'anziano doveva raggiungere un'officina nella quale non è mai arrivato.

La risposta era a poche decine di chilometri, ma in un luogo che nessuno in famiglia si sarebbe mai immaginato: in centro a Guastalla, una cittadina con la quale il pensionato non ha mai avuto legami, nonostante si fosse convinto del contrario. Sono stati gli occhi attenti di qualche passante e poi la scrupolosità della Polizia municipale di Guastalla a far sì che l'uomo potesse tornare a Parma sano e salvo, se si escludono le ferite superficiali al volto.

Quei tagli, non si sa quando se li sia procurati. Ma si sa come e dove: al Baccanello, lungo la ferrovia, accanto alla strada per Gualtieri. Qui il 72enne deve aver perso il controllo del proprio quadriciclo a motore, andando a sbattere contro la massicciata: da quel punto a via Cesarea, dove è stato poi trovato, ci sarà poco più di un chilometro. In un primo tempo, chi ha dato l'allarme vedendolo insanguinato al volto, deve aver pensato che l'anziano fosse stato vittima di un'aggressione. La zona, infatti, non è delle meglio frequentate della cittadina ed è spesso teatro di risse.

Erano le 15 di venerdì, quando l'uomo è stato raggiunto da un'ambulanza della Croce rossa e da una pattuglia della Polizia municipale. Dopo le resistenze iniziali, è salito sull'ambulanza, dove è stato medicato. Ma è stato irremovibile per quanto riguardava le proposte di ricovero: lui in ospedale non aveva alcuna intenzione di andare. Diceva di sentirsi bene e di avere intenzione di andare a trovare dei parenti che abitavano a poca distanza da lì. Peccato che non ricordasse come arrivarci e quale fosse l'indirizzo.

La Polizia municipale ha voluto vederci chiaro, nonostante il pensionato continuasse a sottolineare di potersela benissimo cavare da solo. All'uomo è stato chiesto il nome della famiglia che avrebbe voluto raggiungere. Intanto, gli agenti della Municipale hanno accompagnato l'anziano al Comando, procedendo alla sua identificazione. Nel frattempo, si è ritrovato anche il Sulky a bordo del quale l'uomo si era schiantato. Presto, si è scoperto che parenti a Guastalla il pensionato non ne aveva, ma a Parma sì. Felici di sentirsi dire al telefono che il loro familiare stava bene. Pochi minuti dopo, erano al Comando dei vigili di Guastalla, per riportare a casa il 72enne che mai prima dell'altro ieri aveva dato segnali di smarrimento.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal