Sei in Archivio bozze

La proposta

Il ritorno del servizio di leva? Parma divisa tra favorevoli e contrari

14 agosto 2018, 07:00

Il ritorno del servizio di leva? Parma divisa tra favorevoli e contrari

LUCA MOLINARI

C'è chi ha prestato servizio in fanteria e chi nell'Arma dei carabinieri. Ma tutti, o quasi, hanno un ricordo positivo del servizio militare. Il campione del mondo di ciclismo Vittorio Adorni è stato impegnato per 18 mesi a partire dal 1960, anno delle Olimpiadi di Roma.

«Ho trascorso i primi due mesi del servizio di leva a Casale Monferrato e i successivi quattro a Piacenza. Sono quindi stato trasferito a Roma - ricorda Adorni - perché mi avevano selezionato per la corsa a squadre di ciclismo alle Olimpiadi. Sono quindi stato un militare a mezzo servizio, ma ho comunque un bellissimo ricordo di quella esperienza. Oggi forse 18 mesi sarebbero eccessivi, ma indubbiamente utili per tanti giovani di oggi». Il leghista Fabio Rainieri, vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna, è stato impegnato nel servizio di leva alla fine degli anni Ottanta. «Ero nei carabinieri - sottolinea - Inizialmente, ho effettuato un corso a Torino e poi sono stato trasferito in una caserma nella collina piacentina, vicino a Bobbio. E' stata una esperienza stupenda sia dal punto di vista formativo che umano. Sono davvero orgoglioso di aver fatto parte dei carabinieri e di aver potuto vivere quell'esperienza. Ritengo la leva una scuola di vita fondamentale per i giovani perché ti insegna la disciplina e il vivere in comunità. Sarebbe importantissimo reintegrarla».

Danilo Coppe, esplosivista, ha svolto il servizio militare nel 1985, nella fanteria. «Sono stato inizialmente a Falconara Marittima e quindi a Forlì - spiega -. Ho tanti ricordi positivi di quell'esperienza. Essendo uscito di casa prima di fare il militare per studiare, non mi ha sconvolto più di tanto lo stare tanto tempo lontano da casa. E poi ho stretto tante amicizie. Sono convinto che il servizio di leva ancora oggi avrebbe un'azione educativa davvero importante sui nostri ragazzi. Anche solo sei mesi farebbero bene a tanti giovani». Controcorrente il parere del giornalista Donato Troiano, in passato esponente della sinistra, che afferma: «E' stata una esperienza deludente sotto tutti i punti di vista». «Ho svolto il servizio di leva nel 1964 - osserva - e dato che a quei tempi facevo politica ed ero considerato “pericoloso”, sono stato isolato dalle altre giovani leve. Inizialmente sono stato inviato a Trapani e quindi a Napoli, dove ho frequentato un corso da centralinista. Terminato il corso mi hanno mandato a Palermo a fare il centralinista. Ritengo che il servizio di leva non fosse utile già allora, figuriamoci oggi». Sulla possibile reintroduzione del servizio di leva interviene anche Donato Carlucci, presidente di Assoarma, la federazione che comprende le varie associazioni d'arma della nostra Repubblica. «Oggi come oggi, serve un esercito di professionisti - commenta -. Se lo scopo di reintrodurre il servizio di leva è solo educativo, non ha senso. Per dar vita a un esercito, ma vale anche per l'aeronautica e la marina, servono professionisti preparati. Si tratta di un aspetto fondamentale, non derogabile. Estendere il servizio militare a tutti, non consentirebbe di raggiungere determinati obiettivi. Una volta il servizio di leva era un modo per conoscere il territorio, educare ed effettuare screening fisici. Oggi si tratta di una realtà composta unicamente da professionisti di alto livello. Ritengo quindi che reintrodurre la leva obbligatoria sia una idea certamente romantica, ma nei fatti non più attuabile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal