Sei in Archivio bozze

Fidenza

Record di turisti nel 2017

15 agosto 2018, 07:00

Record di turisti nel 2017

Per la seconda volta consecutiva l'Osservatorio turistico regionale ha posto sul podio Fidenza per l'ottima performance in termini di arrivi e presenze sul territorio, con volumi di crescita tra i più interessanti insieme alle modenesi Carpi e Sassuolo.

«Nel 2017 sono state registrate 45.224 presenze e 26.742 arrivi, con oltre 41mila presenze negli alberghi fidentini e 4.105 presenze extra alberghiere, vale a dire bed and breakfast e agriturismi. Il 79% sono turisti italiani, il 21% stranieri. Nel primo semestre del 2018 questi dati sono ulteriormente migliorati, con indici di crescita mensili quasi raddoppiati rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente», ha detto l'assessore al Commercio e al Centro storico Franco Amigoni.

«Fidenza viene sempre più scelta come tappa di un circuito turistico - prosegue Amigoni - che vede i visitatori fermarsi in città mediamente per 1,69 giorni. Presenze che si elevano a poco meno di tre giorni per chi soggiorna in un agriturismo o in un bed and breakfast». I dati del primo semestre 2018 superano in modo consistente l'exploit del 2017: Fidenza è sul podio insieme alle due modenesi Carpi e Sassuolo per la categoria dei «nuovi ambiti turistici» introdotta dalla Regione nel 2016 e riguarda i comuni emergenti nel turismo, ovvero quelli che per loro caratteristiche non sono compresi nei prodotti tradizionali come, ad esempio, la Riviera romagnola, le realtà termali o appenniniche.

«Tutto ciò conferma che Fidenza deve continuare a lavorare in questa direzione, che è quella del marketing territoriale, degli eventi pensati per uscire dai confini cittadini – ha spiegato Amigoni –, come #BorgoFood durante i festeggiamenti del patrono San Donnino e la sua anticipazione primaverile, che lo scorso giugno abbiamo sperimentato per la prima volta, associandola alla mostra dedicata a Luigi Veronelli. Non a caso, nel 2017 i mesi di settembre e ottobre sono stati i migliori e quest'anno, a giugno, rispetto allo stesso mese del 2017, abbiamo avuto un 50% di flussi in più».

Il sindaco Andrea Massari ha ricordato «che qualche anno fa associare Fidenza alla parola turismo faceva sorridere qualcuno. Ci dicevano che stavamo vendendo fumo. Eppure questa è una voce che sarà sempre più interessante per il Pil comunale. I dati regionali esplorano tendenze che sono visibili anche a occhio nudo. Impossibile non notare il notevole flusso di pellegrini e viandanti che in questa stagione estiva transitano in città per una tappa all'ostello e per gli accreditamenti, molti dei quali sono giovani e giovanissimi».

«Ancora: impossibile non notare come le strutture ricettive lavorino a pieno regime con regolarità, tanto è vero che proprio in questo mandato sono partite nuove imprese del settore alberghiero che pure in consiglio comunale qualcuno ha provato ad affondare. Crescono le nuove economie sulle colline di Fidenza e in genere nel sistema agrituristico, cresce il peso del turismo legato alla Via Francigena, divenuta sempre più strumento sostenuto dalle politiche turistiche regionali, anche grazie alla grande campagna di valorizzazione avviata con la candidatura del percorso romeo a patrimonio mondiale dell'Umanità (Unesco). E questo è un dato di fatto di cui tutti i fidentini possono andare orgogliosi». r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal