Sei in Archivio bozze

Sorbolo

Addio ad Andrea Battilocchi, infermiere per passione

18 agosto 2018, 07:00

Addio ad Andrea Battilocchi, infermiere per passione

MICHELE DEROMA

SORBOLO «Era una persona fantastica». Non riesce quasi a pronunciare altre parole la moglie Luciana, con la voce rotta dal pianto: per lei è sufficiente un unico aggettivo per definire chi era suo marito, Andrea Battilocchi, stroncato all'alba di ieri da una malattia incurabile, contro la quale il 52enne lottava da oltre un anno e mezzo.

Il male gli era infatti stato diagnosticato a inizio dicembre 2016, ma Andrea Battilocchi ha combattuto coraggiosamente contro di esso: «Lo ha fatto per me e per nostra figlia, ha sempre cercato di mostrarsi forte ai nostri occhi», spiega Luciana, che ha ancora davanti agli occhi l'immagine del marito che gioca e scherza con la piccola Baye, anche nei suoi ultimi giorni di vita, a poche ore di distanza dal compimento di un destino ormai per lui tragicamente segnato.

Andrea era sposato con Luciana da quasi ventidue anni: i due erano convolati a nozze il 21 settembre 1996, dopo essersi conosciuti e innamorati alla scuola per infermieri. Andrea, figlio di un'ostetrica, aveva già da bambino la passione per l'ambito sanitario: dopo aver studiato ragioneria nel triennio di scuola superiore, Battilocchi aveva così intrapreso giovanissimo il mestiere di ausiliario in ospedale. Assistendo già da ragazzino gli infermieri, Andrea si era subito appassionato all'idea di poter aiutare le persone malate e in difficoltà e così, nel giro di pochi anni, riuscì a completare gli studi nel settore sanitario-ospedaliero, frequentando la scuola di formazione per infermieri. Forte della propria lunga esperienza oltre che della sua passione verso questo lavoro, Battilocchi era diventato coordinatore infermieristico del reparto di terapia intensiva pneumologica dell'ospedale Maggiore.

Alla passione per il lavoro si accompagnava quella per la sua famiglia: i genitori Giancarlo ed Emilia, la moglie Luciana e la figlia Baye, originaria dell'Africa e adottata dai due sposi sei anni fa. Andrea abitava con loro a Sorbolo, il paese da cui proveniva Luciana: Battilocchi era infatti originario di Parma e si trasferì nella cittadina rivierasca quando sposò la moglie ventun anni fa.

I funerali del 52enne si svolgeranno questa mattina alle 10.30, partendo dall'ospedale Maggiore per la chiesa di Santa Maria della Pace, in piazzale Pablo, quindi si proseguirà per la Villetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal